Primo pianoShowbiz

Sex and the City, tutte le novità “politically correct” del revival

Tra le sorprese del revival di Sex and the City, che si intitolerà And Just Like That, il personaggio che sostituirà la "storica" Samantha

Felici, ma pur sempre a metà. Perché i fan storici delle sei stagioni e dei due lungometraggi di “Sex and the City” sanno che, purtroppo, nella nuova serie il personaggio di Samantha Jones non sarà del gruppo. Peccato. La produzione HBO Max però ha lasciato trapelare alcune novità che potrebbero “consolare” chi con Sex and the City ha scoperto quanto l’amicizia tra ragazze sia di fondamentale importanza.

La prima riguarda proprio il “rimpiazzo” di Kim Catrall. Al suo posto dovrebbero arrivare sei nuovi personaggi. Tre fanno parte di quei “ricorrenti” che chi ha visto tutte e sei le stagioni del telefilm dovrebbe conoscere bene. Tre invece andranno a integrare il cast fisso e sono completamente nuovi. Il fatto che per sostituire una Samantha ci vogliano sei nuovi caratteri, lascia intendere quando il personaggio sia ancora oggi amato in ogni paese in cui è andata in onda la sitcom. Niente paura però: Samantha Jones non morirà. Sarà sempre presente nei discorsi delle ormai cinquantenni Carrie, Charlotte e Miranda, ma semplicemente sarà altrove. Probabilmente in una città diversa da New York. Che gli sceneggiatori la facciano “tornare” a Los Angeles dal suo ex amore, il bellissimo Jerry Smith?

I produttori esecutivi Sarah Jessica Parker, ovvero Carrie Bradshaw, e Michael Patrik King, hanno dichiarato che lo hanno fatto per “promuovere la diversità, che negli Stati Uniti ormai è una realtà innegabile”. Raccontare una storia con personaggi tutti dalla pelle bianca oggi sarebbe anacronistico e non corrisponderebbe alla verità. La New York di adesso è multirazziale, multiculturale. Nei bar, nei luoghi di lavoro, nelle strade di Manhattan si vedono persone di ogni tipo. Un mix che rappresenta, fortunatamente, la nuova “normalità”.

In un episodio della serie originale di Sex and the City Samantha Johnson non poteva frequentare pubblicamente un uomo di colore perché sua sorella, di colore anche lei, pretendeva che lui si innamorasse solo di donne dalla pelle scura, come la loro. Un razzismo al contrario ma pur sempre razzismo. Nella New York odierna questo non è più pensabile raccontarlo.

Da Sex and the City a And Just Like That, ecco le ultimissime novità

 

Possono però gioire le “tifose” del personaggio di Aidan, il primo fidanzato con cui Carrie Bradshaw ha sfiorato il matrimonio. Bravo ragazzo, innamorato, pronto a passare la vita con lei nonostante Carrie l’avesse tradito con Mr. Big. Quel “M. Big” che, almeno inizialmente, faceva storcere il naso. Troppo sfuggente, donnaiolo, farfallone per la beniamina di Sex and the City. L’attore, John Corbett, lo ha annunciato durante un’intervista al New York Post. “Sarò nella nuova serie. Credo che potrei essere in più di un episodio”.

Cosa succederà tra i due ex fidanzati? Potrebbe esserci un ritorno di fiamma? Certo, il fatto che nemmeno Chris Noth, ovvero Mr. Big, sia nel revival di Sex and the City rende lecito il dubbio. Dalla HBO hanno fatto sapere che la defezione del marito di Carrie avrà una spiegazione più che plausibile. Cosa che ha reso ancora più intrigante l’attesa di “Just Like That”.

L’inizio delle riprese è previsto a fine primavera. In programma dieci episodi di mezz’ora ciascuno di cui ancora non è stato definito tutto. La produzione sta cercando di convincere alcuni personaggi non principali ma “storici” a suon di dollaroni. Come l’attore che interpreta il marito di Miranda Hobbs, ovvero Steve. Quando ha girato Sex and the City, David Eigenberg non era così famoso come lo è adesso. Oggi è nel cast fisso di una fiction molto amata negli Stati Uniti, Chicago Fire. E’ il Vigile del Fuoco Christopher “Chris” Herrmann, che ha anche un bar, il Molly’s, dove si radunano tutti i pompieri a fine turno. Partecipare a And Just Like That lo costringerebbe o a fare i salti mortali, o a lasciare temporaneamente Chicago Fire. Per entrare nel cast pare abbia chiesto un cachet molto alto, forse troppo per la produzione. Le trattative tuttavia sono ancora in corso. Ci sarà spazio per altre sorprese?

Photo Credits: Facebook

Back to top button
Privacy