"
MusicaPrimo piano

Ezio Bosso, un anno senza il Maestro che sapeva incantare con la musica

Il 14 maggio 2020 se ne andava Ezio Bosso, musicista torinese amato dalle folle per il suo talento e per la sua incredibile tenacia

E’ passato un anno da quel 14 maggio 2020 in cui, durante la notte, il Mestro Ezio Bosso se ne andava in punta dei piedi, lasciando un vuoto enorme nella scena musicale italiana. Una dipartita avvenuta a causa del naturale aggravarsi della patologia oncologica di cui soffriva da tempo. Una malattia che però non lo aveva minimamente fermato né rallentato nel raccontare attraverso le note la sua passione infinita per la musica. 

Purtroppo, viste le restrizioni imposte dalla pandemia per il Covid-19, il Maestro non si è potuto accomiatare dal suo pubblico con gli onori che certamente meritava. Perciò questa ricorrenza è ancora più importante, perché permette a quanti ne sentono la mancanza di celebrarlo e tributargli un ultimo saluto. Tante le iniziative per tenere viva la sua memoria. Come il concerto cameristico capitolino, al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo, sabato 15 maggio sotto l’egida del Ministero della Cultura. Una manifestazione in presenza ed in streaming nei canali della Direzione Musei Statali della città di Roma.

Ezio Bosso: appena uscito il libro “Faccio Musica”

 

La famiglia di Ezio Bosso, oltre a ringraziare quanti hanno voluto omaggiarlo con parole, iniziative, progetti, ha presentato alcune novità che riguardano il Maestro. Come il libro appena uscito, “Faccio Musica”, che raccoglie i suoi più intensi testi inediti o parzialmente inediti degli ultimi quattro anni di lavoro. Un volume di Alessia Cappelletti, colei che più da vicino ha seguito la carriera di Bosso fino alla fine dei suoi giorni, dividendone giornate, esperienze, concerti. “Mi chiamo Ezio, nella vita faccio la musica”, si legge. “Sono un uomo fortunato. E questa e l’unica cosa che vorrei dover dire per parlare di me”.

Poi un cofanetto che ripropone tutte le registrazioni discografiche che il Maestro Ezio Bosso ha pubblicato durante la sua vita. I primi due volumi di musiche per pianoforte. A settembre poi saranno disponibili tutte le partiture delle sue opere musicali più conosciute al grande pubblico. Sempre la famiglia ha scelto di rimanere in contatto con gli appassionati del maestro attraverso i suoi canali social. Un modo per non interrompere quel flusso di informazioni e di affetto che Ezio Bosso scambiava con i fan. E un modo per far conoscere, in tempo reale, tutte le iniziative nei confronti del loro caro congiunto, un uomo capace di emozionare fino alle lacrime con le sue performance sul palco.

Back to top button
Privacy