"
Exclusive

Trucco semipermanente occhi: tatuaggio eyeliner o infracigliare?

Ecco le caratteristiche di due diverse opzioni di trucco semipermanente agli occhi, eyeliner o infracigliare, dedicate a chi ama avere il viso in ordine anche appena fuori dal letto

Svegliarsi la mattina e apparire già “un pochino” truccate è il sogno di tutte. Per carità, niente di artificioso, però che bello avere subito lo sguardo più profondo, quel minimo di colore sulle labbra che fa tanto “salute”, le sopracciglia in ordine. Tra i trattamenti semipermanenti dedicati agli occhi c’è il tatuaggio “eyeliner” e quello “infracigliare”.

Il tatuaggio che simula il trucco eyeliner è più evidente. Da immediatamente la sensazione di “make up” ma non sta bene a tutte. L’infracigliare è molto naturale, può essere fatto sia sulla palpebra superiore che inferiore. Ovviamente la scelta tra i due tipi di trucco semipermanente deve essere molto ben ponderata perché indietro non si torna. E’ vero che si tratta di una pigmentazione che si attenua con il tempo ma alla fine un residuo di colore rimane sempre, comunque a lungo. Bisogna quindi analizzare a fondo con quale delle due tipologie ci si sente più a proprio agio.

Trucco semipermanente occhi: meglio l’eyeliner o l’infracigliare?

“L’importante è capire che immagine si vuole dare di sé”, spiega Ilaria Rennola, esperta di trucco semipermanente del centro “Is For You” della capitale. “Ci sono persone che stanno meglio con una linea più marcata sulla palpebra e altre che ottengono un aspetto più curato solo con un sottile “filo” di colore nero che unisce le ciglia. La tecnica adoperata è la stessa. Poco fastidiosa e indolore perché si usa un anestetico”.

Fondamentale, quindi, studiare il proprio volto e fare varie prove con matita nera e kajal prima del trattamento.

“L’effetto dell’infracigliare lo posso spiegare con un esempio. Avete presente quando vi struccate gli occhi e, nonostante la palpebra sia pulita, si nota che tra una ciglia e l’altra è rimasto un poco di nero? Che può essere residuo di mascara o di matita? Ecco, quella sottile linea che approfondisce lo sguardo ma non si percepisce come “make up” è il tatuaggio infracigliare. E’ davvero fina, segue la rima palpebrale e si interrompe quando le due rime si uniscono. Non ci fa vedere completamente slavate quando ci alziamo la mattina e anche al mare regala al visto una sensazione di “ordine” molto gradevole”.

Altro effetto è quello dell’eyeliner.

“Con l’eyeliner permanente si può disegnare una linea che va anche leggermente a modificare quella degli occhi. Può essere più spessa nella parte finale, come facciamo solitamente per l’eyeliner di make up, e può anche proseguire oltre la rima palpebrale, verso l’esterno, per dare una sensazione di occhio allungato”.

A chi è consigliato il tatuaggio infracigliare?

“A tutti perché non andando a modificare quella che è la forma dell’occhio può essere fatto addirittura dagli uomini. Pensiamo ai biondi, o ai chiari in generale, che hanno quindi ciglia e sopracciglia chiare. Con il tatuaggio infracigliare avranno sicuramente più intensità nello sguardo. L’eyeliner invece, visto che viene fatto con colori scuri che permangono molto a lungo sulla pelle, deve essere fatto a chi mostra davvero di volere quel minimo di make up fisso sul proprio volto”.

Back to top button
Privacy