Lifestyle & Glamour

Bambini e viaggi in auto: i metodi più efficaci per intrattenerli

Cantare con loro, parlargli, stimolarli con giocattoli o fargli guardare film sono tra le strategie più usate dai genitori

Con la riapertura delle Regioni italiane è tornata anche la possibilità di spostarsi e molti già ne stanno approfittando. Secondo un recente sondaggio di Parclick, azienda leader in Europa nella prenotazione di parcheggi online, quattro italiani su dieci avevano da tempo manifestato l’intenzione di tornare a viaggiare non appena le frontiere regionali fossero state riaperte. Sei su dieci di questi viaggi all’interno del Paese si fanno con la famiglia, in macchina. Non è però sempre facile il binomio tra i bambini e i viaggi in auto. Soprattutto quest’anno in cui i piccoli hanno sofferto rinchiusi in casa a causa della pandemia. Inoltre, la paura del coronavirus è ancora presente in molti italiani che, durante i loro viaggi, preferiscono ridurre al minimo i contatti con altre persone. Ciò comporta il dover cercare un intrattenimento extra per i nostri figli. Ma qual è il modo migliore per non farli annoiare troppo durante gli spostamenti in auto senza mettere a rischio la sicurezza?

I genitori utilizzano delle tecniche efficaci per intrattenere i bambini in auto. Di seguito un breve elenco:

1. Cantare canzoni
È un metodo tradizionale a cui la maggior parte delle famiglie italiane si affida (60,9%). Un modo per genitori e figli di giocare insieme a fare finta di essere star della tv o dei talent show. In ogni caso, sarebbe bene cantare non a squarciagola, evitando di trasformare l’auto in un karaoke dove è impossibile parlare o prestare attenzione alla guida.
2. Parlare
Nella frenetica vita quotidiana non è facile trovare il tempo per parlare con i propri figli. Gli impegni, il ritmo del lavoro e della scuola, lasciano poco tempo per tutto il resto. Approfittare di parlare durante i viaggi in auto con i bambini è una buona opportunità, preferita dal 42% degli italiani. Non solo può essere divertente per i bambini, ma anche istruttivo per i genitori; un modo per conoscerli meglio e approfondire alcuni lati del loro carattere.
3. Giocare con i giocattoli
Ci sono molti giochi e giocattoli che possono essere utilizzati durante un viaggio con i bambini in auto, alcuni stimolano l’immaginazione o l’abilità. Tra questi i puzzle, i peluche o una bambola che possono servire a fargli passare molto tempo in serenità. Questa opzione è scelta dal 40,6% degli italiani.
4. Guardare film o serie
Grazie a tablet o cellulari i bambini possono guardare film, cartoni mentre gli adulti possono chiacchierare tra loro. Basta fornirgli un paio di cuffiette. Un’ottima soluzione per quasi un intervistato su tre, il 31,2%.
5. Raccontare storie
Il vecchio trucco del raccontare una storia funziona sempre. Un’idea interessante potrebbe essere che ogni bambino inizi una storia e un altro tra genitori o fratelli, se ci sono, la continui. Oltre a distrarre i bambini, incoraggia la loro immaginazione. Questa idea è approvata dal 23,4% degli italiani.
6. Lasciarli giocare con le console 

Anche se sta diventando sempre più comune nelle famiglie sfruttare le molteplici possibilità offerte dalle console per bambini per intrattenerli, non è di certo l’opzione più raccomandata in generale, nemmeno nei viaggi con i bambini in auto. Forse è per questo che è la scelta solo del 17,2% degli italiani.
7. Altri metodi
Ma ci sono molte altre cose che i bambini possono fare durante il viaggio. Ad esempio, possono semplicemente non fare nulla di speciale e godersi il tragitto. Per intrattenerli a volte può bastare guardare il paesaggio dal finestrino, ammirare le nuvole in cielo e cercare le somiglianze con animali, oggetti o cose familiari.

 

 

Elena Parmegiani

Giornalista di moda e costume, organizzatrice d’eventi e presentatrice. Consegue la Maturità Classica e la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Inizialmente organizza gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. È consulente di eventi aziendali e privati e scrive di moda, arte e spettacolo.
Back to top button
Privacy