Lifestyle

Un occhio all’orologio per non ingrassare: gli orari migliori per i pasti giornalieri

Attenzione al ritmo metabolico: cenare troppo tardi può essere deleterio

L’estate è ormai alle porte, e molto probabilmente è arrivato il tempo di tirare fuori dal cassetto e provare ad indossare i costumi riposti alla fine della bella stagione del 2020. Dopo un anno trascorso nuovamente in balia delle difficoltà generate dalla crisi pandemica, ci troviamo a fare i conti con il nostro fisico. Se infatti lo smart working può aver giovato alla questione inquinamento atmosferico, ha invece reso la nostra vita ancora più sedentaria. In un contesto simile è ancora più fondamentale dunque prendere delle accortezze che possano aiutare il nostro organismo a vivere in maniera migliore, magari evitando di appesantirci ed ingrassare. Una soluzione consona ad esempio è quella di regolare gli orari dei pasti a seconda del nostro metabolismo.

Strano a dirsi, ma è proprio così. Esistono infatti dei momenti della nostra giornata in cui è assolutamente sconsigliabile assumere del cibo. L’errore più grande, ad esempio, è relativo al pasto serale. Non ci si dovrebbe mai sedere a cena dopo le ore 21. In media infatti il nostro organismo rallenta il suo metabolismo, predisponendosi a quello che è il momento del riposo. Vediamo dunque quali sono gli orari migliori per i nostri pasti quotidiani.

Quali sono gli orari migliori per i nostri pasti

Tutto parte tassativamente da un’abbondante prima colazione svolta tra le 6 e le 8 di mattina. Questa sarà capace di donarci un senso di sazietà per alcune ore e fornendoci lo sprint per iniziare al meglio la routine lavorativa. Il pranzo invece, secondo uno studio recentemente pubblicato sul The American Journal of Nutrition, dovrebbe svolgersi tra mezzogiorno e le 13. Per quanto riguarda la cena, come anticipato, l’orario consigliato è quello compreso tra le 18.30 e le 19.30. In questo caso però l’attenzione fondamentale dovrebbe essere quella di non sorpassare mai le ore 21 affinché il metabolismo rallentato non favorisca un accumulo di grasso nelle zone più interessate a questo fenomeno.

Sottolineando l’importanza di un parere esperto proveniente dai professionisti del settore per ciò che riguarda una vera e propria dieta, quella del rispettare degli orari prestabiliti per i nostri pasti potrebbe essere una prima accortezza da mettere in atto. Basta semplicemente organizzarsi per tempo, cercando di vivere una vita nel pieno rispetto delle necessità del nostro organismo.

 

LEGGI ANCHE: La mini casa da viaggio per le vacanze 2021: idea nuova e funzionale

Back to top button
Privacy