"
Primo pianoSport

Euro2020, Italia vola in semifinale battendo il Belgio 2 a 1. A segno Barella e Insigne

Lukaku non basta. A Wembley la Nazionale di Mancini sfiderà la Spagna.

Meglio il Belgio dell’Austria, perché concede sempre qualcosa“. Mister Mancini si rivela profetico con l’analisi della vigilia del quarto di finale degli Azzurri: la sua Italia domina e vince con una bella prestazione, sia per il gioco espresso, che per la concentrazione mostrata, contro una squadra, il Belgio, che domina il ranking FIFA da anni. Il risultato sul campo racconta di un 2 a 1 sul Belgio di Romelu Lukaku, autore dell’unica rete belga su rigore. Tra gli Azzurri segna prima Nicolò Barella al 31′ e poi raddoppia Lorenzo Insigne al 44′, votato dalla Uefa come migliore in campo per la segnatura spettacolare a giro dalla distanza.
La semifinale a Wembley di martedì 6 luglio alle 21 sarà ITALIA – SPAGNA.

I commenti a fine gara. Brutto infortunio per Spinazzola

La critica aveva invocato una vittoria con una grande squadra per cominciare a credere alla potenzialità di questa Nazionale ed è arrivata “una grandissima partita” – come la definisce il Mancio a caldo a fine gara – “meritavamo di soffrire meno sul finale”. Poi prova immediatamente a concentrarsi sul prossimo impegno: “li ringrazio per la partita che hanno giocato, ma la strada è ancora lunga”.
Sorrido perché ancora una volta abbiamo dimostrato i valori con cui giochiamo – ha commentato Bonucci sottolineando la forza del gruppo e dell’Itali –  abnegazione, volontà di mettere in campo il nostro gioco con umiltà, di mettere in campo il cuore degli italiani, sia gli 11 in campo, che i 15 fuori”.
Unica nota stonata l’infortunio di Spinazzola, MVP UEFA nei passati incontri, si blocca e da subito serpeggia preoccupazione. Si teme la rottura del tendine d’Achille. Probabili 5 mesi di stop, proprio lui spesso decisivo sulla fascia e che stasera ha salvato una palla vicinissima al palo interno.

Euro 2020, Svizzera-Spagna 2-4 (tempi regolamentari 1-1)

Alla Spagna servono i supplementari per approdare in semifinale di Euro 2020. Nel primo quarto di finale di oggi la squadra di Luis Enrique batte la Svizzera 4-2 ai rigori e adesso affronterà l’Italia. A San Pietroburgo i tempi regolamentari finiscono in parità 1 a 1 con un gol per tempo nei 90′ (autorete di Zakaria all’8′ e Shakiri al 68′). Gli elvetici rimangono in 10 per l’espulsione di Freuler (’77), ma riesce a tener testa alle fiammate spagnole o ad addormentare il gioco. Dal dischetto decisivi gli errori di Scharf, Akanji e Vargas. La Spagna nei penalty finali coglie un palo e si fa parare un rigore dal portierone svizzero Sommers.

 

Ettore Mastai

Redazione interna – Esteri, Economia, Arte, Sport Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell’università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l’agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.
Back to top button
Privacy