"
MondoNews

Miliardari in orbita, Branson pronto a “bruciare” Bezos. In palio c’è l’industria nello Spazio

Per il magnate britannico, così come per il suo omologo americano, non è solo questione di stabilire un record ma di affermare un diritto di primogenitura

La potenza degli uomini più ricchi del mondo si manifesta sotto varie forme. A volte nell’ombra del riserbo, più spesso nello sfoggio di ambizioni visionarie. E ora anche sotto il profilo di un’autentica corsa allo Spazio. È così che Richard Branson, il miliardario britannico fondatore e patron del Gruppo Virgin, sfida apertamente Jeff Bezos, il boss di Amazon. Branson prevede di viaggiare nello spazio domenica 11 luglio, a bordo di una navicella spaziale della Virgin Galactic.

Gli astronauti del futuro? Clienti privati

Se il programma non incontrerà intoppi, Branson raggiungerà lo Spazio prima del fondatore di Amazon. Quest’ultimo, infatti, ha fissato il suo viaggio oltre l’atmosfera 9 giorni più tardi: martedì 20 luglio. Jeff Bezos volerà a bordo di un’astronave della sua compagnia, la Blue Origin. Il guanto di sfida, dunque, è lanciato. “La finestra per il prossimo volo di prova di SpaceShipTwo Unity si apre l’11 luglio, in attesa dei controlli meteorologici e tecnici” ha reso noto la Virgin Galactic. Branson “valuterà l’esperienza dell’astronauta privato e si sottoporrà allo stesso addestramento, preparazione e volo dei futuri astronauti Virgin Galactic. L’azienda utilizzerà le sue osservazioni sulla sua formazione e sull’esperienza di volo per migliorare il viaggio di tutti i futuri clienti astronauti“, si spiega in una nota.

Aereo vettore per la VSS Unity

La Virgin ha fatto sapere che trasmetterà in diretta online il volo del magnate anglosassone. Una significativa novità consisterà nel fatto che Richard Branson non utilizzerà un classico razzo che porta in quota la navicella, bensì un aereo da trasporto. Il velivolo decollerà normalmente per poi rilasciare in quota l’astronave ‘appesa’ sotto di esso. A quel punto l’accensione dei potenti motori della navicella di Virgin Galactic dovrebbe consentire al mezzo di raggiungere lo Spazio e poi cominciare la discesa. Due piloti saranno a bordo dell’aereo vettore e quattro persone, tra cui Richard Branson, nella navicella chiamata VSS Unity.

Commerci e turismo oltre la Terra

Credo davvero che lo Spazio appartenga a tutti noi” ha affermato il miliardario britannico. “Dopo 16 anni di ricerca, ingegneria e test, Virgin Galactic è in prima linea in una nuova industria spaziale commerciale, che deve aprire lo Spazio all’umanità” ha aggiunto. Successivamente sono previsti due test aggiuntivi prima dell’inizio dei voli commerciali regolari nel 2022, ha annunciato la Virgin Galactic.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy