"
Primo pianoSport

Euro 2020, è il giorno di Italia – Spagna: le formazioni per la semifinale

Roberto Mancini punta su Immobile, Insigne e Chiesa in attacco. Emerson in campo dal 1'

Ci siamo, questo non è un giorno come un altro. Questo 6 luglio è il giorno di Italia – Spagna, la prima semifinale di Euro 2020; è il giorno in cui gli Azzurri di Roberto Mancini scenderanno in campo per onorare un sogno e provare a strappare un biglietto per la finalissima di domenica 11. Da Wembley per restare a Wembley e conquistare il titolo sotto un cielo azzurro, magari proprio come a Berlino 2006. E no, non possiamo far finta che questo sia un giorno come un altro.

Squadra e panchina sono pronte, si torna a Wembley; il 4-3-3 di Mancini si scontrerà con il modulo speculare di Luis Enrique; a causa del brutto infortunio riportato durante la gara contro il Belgio, il ct della Nazionale Italiana dovrà fare a meno di Leonardo Spinazzola, elemento strategico e di sostanza durante le prime 5 gare di questo Europeo. In campo per noi: Donnarumma tra i pali; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini e Emerson a difesa dell’area di rigore; Barella, Jorginho, Verratti a centrocampo; in avanti confermati Chiesa, Immobile e Insigne. A disposizione: Sirigu, Meret, Acerbi, Bastoni, Toloi, Florenzi, Locatelli, Pessina, Cristante, Bernardeschi, Berardi, Belotti.

La Spagna di Luis Enrique scenderà in campo con: (4-3-3) Unai Simon in porta; Azpilicueta, Eric Garcia, Laporte, Jordi Alba in difesa; Koke, Busquets, Pedri a centrocampo; Ferran Torres, Morata, Dani Olmo in attacco. A disposizione: De Gea, Sanchez, D. Llorente, Pau Torres, Gaya, Thiago Alcantara, M.. Llorente, Rodri, Fabian Ruiz, Traorè, Moreno, Oyarzabal.

Euro 2020, è il giorno di Italia-Spagna: i numeri

L’Italia arriva a questa gara con in tasca 5 vittorie,13 gol fatti e 4 subiti. La Spagna, dal canto proprio, conta 2 vittorie straripanti – 5 a 3 contro la Croazia, 5 a 0 contro la Slovacchia -, 2 pareggi e 1 vittoria all’ultimo respiro ai rigori, contro la Svizzera. La prima gioca per l’accesso alla finale e la conquista di un titolo che manca dal 1968; la seconda si batte per lucidare e mettere in bacheca il trofeo per la quarta volta. Una sfida che promette calcio, quello vero. Ne è convinto anche mister Mancini il quale, durante la conferenza stampa di ieri 5 luglio, ha sfuggito la domanda su chi sia la favorita, ma non ha messo in dubbio il merito della sua formazione, né quello degli avversari: “L’Italia e la Spagna se sono qua hanno fatto bene entrambe, sono arrivate qua con merito: le percentuali sono a metà. Sarà sicuramente una bella partita, sia noi che loro abbiamo giocatori di talento, verrà fuori una bella gara. Luis Enrique è un bravissimo allenatore, riesce a far giocare bene le sue squadre”. Il match verrà trasmesso dalle 21.00 in chiaro su Rai 1, mentre gli abbonati Sky potranno seguirlo sul canale Sky Sport 1.

 

 

Viviana Gaudino

Nata e cresciuta a Napoli, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne alla Federico II, si è trasferita a Roma dove ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza e terminato il percorso con lode. La grande passione per i libri e la letteratura l'hanno spinta a portare avanti il progetto di entrare nel mondo dell’editoria e della comunicazione: ha infatti partecipato al master "Il lavoro editoriale", promosso dalla Scuola del libro di Roma, e a numerosi workshop improntati sulla stesura e la correzione di testi. Dopo svariate esperienze come Redattrice (Edipress - agenzia di stampa del Corriere dello Sport - TuttoSport - Italo - Auto.it - Classified - Il Tempo -, LaCooltura, Snap Italy, NapoliSport), Editor, supporto Ufficio Stampa e Social Media Manager, è approdata nella redazione interna Velvet Mag.

Back to top button
Privacy