"
NewsPoliticaPrimo piano

Comunali di Torino, M5S sceglie su SkyVote il candidato erede di Chiara Appendino

La nuova piattaforma online fa da scenario per decidere l'erede a 5 Stelle del primo cittadino uscente

I militanti del Movimento Cinque Stelle di Torino sceglieranno oggi 21 luglio il candidato a sindaco per le prossime elezioni comunali, previste in autunno. Ma non lo faranno esprimendo una votazione online su Rousseau, bensì sulla nuova piattaforma digitale SkyVote.  I potenziali partecipanti si calcolano in circa 2mila militanti. Potranno optare per la capogruppo in Consiglio comunale, Valentina Sganga, o per il presidente della Commissione Commercio, Andrea Russi. Sarà uno di questi due nomi a ricevere il testimone dall’attuale sindaca Chiara Appendino (foto in alto) che non si è ricandidata.

Suffragi fino alle 22

Urne online aperte, dunque, fino alle 22. Per Chiara Appendino si tratta di “un traguardo importantissimo con cui portiamo avanti il principio di democrazia diretta che ci ha sempre caratterizzato. La comunità del Movimento di Torino è orgogliosa di poter essere apripista con questa votazione.”  “Torino – ha sottolineato la sindaca – è sempre stata protagonista nelle varie fasi del M5S fin dalle origini e siamo in trepidante attesa della votazione e di poter presentare il nostro candidato” alla città.

Come funziona SkyVote

A Roma è stato il reggente Vito Crimi a presentare la nuova piattaforma, assieme al notaio Alfonso Colucci e all’ad di SkyVote Alfonso Di Sotto. Le votazioni saranno “certificate, segrete e sicure“, ha sottolineato Crimi, rimarcando come “la democrazia diretta” resti “il cuore pulsante” del M5S. “La società SkyVote non ha alcun ruolo nella definizione del corpo elettorale, lo definiscono gli organi del Movimento“. Il corpo elettorale viene consegnato poi a SkyVote con dei dati che servono esclusivamente all’identificazione del votante. SkyVote controlla che ad accedere alla piattaforma sia chi ha indicato il M5S. Un link viene inviato al votante: è come se fosse la tessera elettorale. Al momento del voto c’è un ulteriore elemento di certificazione, che è l’sms via cellulare. “Questo meccanismo ha una serie di sistemi che garantiscono la segretezza, l’autenticità e l’unicità del voto” ha sottolineato Crimi.

Il plauso dei candidati

Si chiude un percorso bellissimo e intenso, il cui ricordo – ha dichiarato Valentina Sgangami accompagnerà ogni volta che, girovagando per la nostra Torino, vedrò con soddisfazione qualcosa che ha anche la mia firma. Ci ho sempre messo cuore, passione ed entusiasmo. Spero in un’ampia partecipazione“. “Per la prima volta i nostri iscritti – ha osservato l’altro candidato, Andrea Russisaranno chiamati a votare sulla nuova piattaforma e ad esercitare la democrazia diretta per esprimere una scelta molto importante per la nostra città. Al centro della mia azione politica metterò il lavoro, inteso sia come ripartenza industriale sia come elemento di diritto e dignità di ogni singolo“.

M5S Torino SkyVote comunali candidati

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy