"
Primo pianoSport

Tokyo 2020, Federica Pellegrini nella storia: quinta finale olimpica nei 200 stile libero per la Divina

La prima donna al mondo a detenere questo record. Il tuffatore Tom Daley vince l'oro e parla a sostegno alla comunità LGBT

Federica Pellegrini è ufficialmente nella storia. La scorsa notte ha conquistato la quinta finale olimpica consecutiva nei 200 stile libero: è la prima donna ad aver compiuto l’impresa. Partita in sordina, ha chiuso la seconda semifinale con un terzo posto per il settimo tempo in 1’56″44 . Una gara, quella nella corsia numero 8, che ha messo a dura prova la sua resistenza, ma che le ha anche regalato un’immensa soddisfazione. Federica si è emozionata e commossa, ha così commentato il risultato ai microfoni della Rai: “Non era l’obiettivo minimo, questo era il mio vero obiettivo per questa olimpiade, un obiettivo difficile perché il livello si è alzato molto. Questa Olimpiade più che mai difficile, ci abbiamo creduto fino alla fine, insieme ad uno staff incredibile. È un anno che nuoto 1’56” e so bene ciò che posso ottenere: adesso mi aspetta la finale e voglio fare del mio meglio“.

Federica Pellegrini: la sua storia olimpica

Federica Pellegrini ha debuttato nelle gare olimpiche durante i Giochi di Atene del 2004. Ottenne la convocazione vincendo 15 titoli tra gare individuali e staffette, e di conseguenza affermandosi come la più forte tra le stileliberiste nostrane. Quando nuotò i 200 vinse la semifinale, in finale si classificò seconda con un tempo di 1’58″22; perse l’oro per soli 19 centesimi. Ottenne comunque un enorme risultato che la portò ad essere insignita del titolo di Cavaliere ufficiale dal Presidente della Repubblica.

Alle Olimpiadi di Pechino del 2008 Federica Pellegrini si presentò come favorita; tutti gli occhi erano puntati su di lei. In quattro anni di esperienza ne aveva accumulata e non avrebbe compiuto gli errori del passato. Vinse la batteria nei 200 sl segnando anche un primato mondiale con un tempo di 1’55″45. Salì gradino più alto del podio

La terza rassegna olimpica, quella di Londra del 2012 non fu vincente. Era la campionessa in carica dei 200 stile libero e portava sulle spalle il peso del titolo. Nonostante il suo storico la desse per favorita, non riuscì ad arrivare oltre il quinto posto, lasciando tutti di sasso. La stampa italiana non le dedicò pagine edificanti e Federica Pellegrini si assunse le proprie responsabilità, dichiarandosi dispiaciuta e affranta.

Anche ai Giochi di Rio del 2016 nei 200 stile libero dovette arrendersi a un quarto posto, fu però per lei un vanto essere la portabandiera italiana durante la cerimonia di apertura. In un modo o nell’altro, il riscatto è arrivato la scorsa notte: Federica c’è ancora e non ha intenzione di mollare. La sua ultima Olimpiade è già nella storia.

Tokyo 2020: il tuffatore Tom Daley vince l’oro e invia un messaggio di sostegno alla comunità LGBT

A proposito di giovani promesse e risultati incredibili, durante le gare di Tokyo 2020, il tuffatore Tom Daley si è aggiudicato l’oro e contestualmente ha inviato un messaggio solidale alla comunità LGBT: “Essere un campione olimpico dopo quattro tentativi è estremamente speciale. Vuoi vincere una medaglia d’oro olimpica ma non pensi mai che lo farai davvero. Andrò avanti ma mi prenderò sicuramente una pausa“. Ha proseguito: “Ci sono alcune bevande con il mio nome sopra per festeggiare con mio marito e la mia famiglia Spero che qualsiasi giovane LGBT là fuori possa vedere che non importa quanto ti senti solo, non sei solo. Puoi ottenere qualsiasi cosa”.

Viviana Gaudino

Nata e cresciuta a Napoli, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere Moderne alla Federico II, si è trasferita a Roma dove ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza e terminato il percorso con lode. La grande passione per i libri e la letteratura l'hanno spinta a portare avanti il progetto di entrare nel mondo dell’editoria e della comunicazione: ha infatti partecipato al master "Il lavoro editoriale", promosso dalla Scuola del libro di Roma, e a numerosi workshop improntati sulla stesura e la correzione di testi. Dopo svariate esperienze come Redattrice (Edipress - agenzia di stampa del Corriere dello Sport - TuttoSport - Italo - Auto.it - Classified - Il Tempo -, LaCooltura, Snap Italy, NapoliSport), Editor, supporto Ufficio Stampa e Social Media Manager, è approdata nella redazione interna Velvet Mag.
Back to top button
Privacy