"
News

Maltempo e incendi, l’Italia spaccata in due. Esonda il Lago di Como, hotel sul Garda sommerso dal fango

Nelle prossime ore è prevista una tregua delle condizioni meteo ma fra sabato e domenica torneranno il gran caldo al Sud e i nubifragi a Nord

Una giornata da incubo, quella di oggi 5 agosto, per come il maltempo ha colpito varie parti d’Italia. All’alba il lago di Como è esondato e ha invaso le strade della città, il lungolago e piazza Cavour. Sono bastati due giorni di intense piogge sul Comasco e su tutto il bacino dell’Adda, a partire dalla Valtellina. Il traffico è stato deviato sulle strade interne, ma già si teme quello che potrà accadere domani, con la ripresa del cantiere sulla A9 che dirotterà sulla viabilità ordinaria il traffico pesante dal Nord Europa. Durante la notte ci sono stati decine di interventi dei vigili del fuoco per far fronte ad allagamenti e straripamenti di corsi d’acqua.

Lago di Garda e fiume Adige

A causa dell’ondata di maltempo che ha interessato nella notte la zona del Garda trentino, una colata di fango e detriti ha sommerso l’Hotel Pier, sulla gardesana 45 bis. Non si sono registrati feriti, ma gli ospiti, circa un centinaio, sono stati trasferiti a Limone. Altri interventi dei vigili del fuoco sono stati compiuti per allagamenti nei comuni di Riva del Garda e Torbole, dove si sono registrati disagi in un campeggio. Il fiume Adige è ai limiti del livello di guardia idrometrico: i vigili del fuoco stanno monitorando tutti i principali ponti. L’Isarco è invece esondato: Chiusa è sott’acqua. Il sindaco ha diramato la massima allerta chiedendo ai cittadini di non uscire di casa.

Maltempo e roghi devastanti

Squadre di soccorso sono al lavoro per liberare da fango e detriti la statale del Brennero, ancora chiusa a tratti. A Milano il fiume Seveso ha superatogli argini, ma in modo contenuto, nella zona di Niguarda. “Le alluvioni e le piogge intense che si sono verificate nel Nord Italia, e gli incendi – ha detto il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio – sono fenomeni che stanno sancendo la spaccatura del Paese in due. Ieri e anche oggi stiamo assistendo a una serie di gravi roghi in Sicilia. Nella notte invece abbiamo assistito ad un’altra ondata di maltempo che ha colpito in particolare l’area” della provincia di Lecco. “Così come anche la zona di Como è stata particolarmente interessata da eventi di intensa pioggia e conseguenti alluvioni“.

Verso la quarta ondata di calore

Stando alle previsioni meteo più aggiornate, domani 6 agosto terminerà definitivamente la terza ondata di calore della stagione. Sulle regioni settentrionali il maltempo concederà una tregua, ma nel weekend cambierà di nuovo tutto. In particolare, fra sabato e domenica, una nuova perturbazione porterà piogge e temporali prevalentemente sulle Alpi e l’alta pianura padana, mentre le temperature, soprattutto domenica, torneranno a risalire verso i 35 gradi su Emilia-Romagna e regioni centrali, e verso i 40 gradi sulle Regioni meridionali decretando così l’inizio della quarta ondata di calore di questa estate.

LEGGI ANCHE: Maltempo: weekend critico in Italia. Tragedia senza precedenti in Germania, dramma in Belgio

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy