Harry e Meghan: la nuova dichiarazione sulla questione afghana ha sollevato aspre critiche

Gli attacchi per i Sussex soprattutto in UK, nel giorno in cui sul sito ufficiale della "Famiglia Reale" è stata aggiornata la biografia della duchessa

Il principe Harry e la moglie Meghan Markle si sono espressi nuovamente sulla situazione drammatica in Afghanistan. Mentre sul sito ufficiale della Famiglia Reale è stata finalmente aggiornata la biografia della Markle, con la nascita della piccola Lillibet Diana, la coppia sembra fare un nuovo sgarbo. Questa volta a tutta l’Inghilterra, omettendo parte dell’impegno britannico, soprattutto umanitario, nella questione afghana. E la dichiarazione congiunta, così prolissa, non manca di sollevare aspre critiche già poche ore dopo la pubblicazione.

Harry e Meghan si espongono sulla situazione in Afghanistan come ad Haiti

Si firmano come il duca e la duchessa di Sussex mentre ammettono che “il mondo è eccezionalmente fragile in questo momento“. Così Harry e Meghan hanno deciso di esporsi nuovamente sulla questione afghana. Lasciando da parte la politica, i Sussex non hanno fatto nessun cenno alle strategie adottate dal presidente degli USA, Joe Biden. Il loro messaggio congiunto, pubblicato anche sui canali social ufficiali, è un invito all’umanità e alla compassione. Si dicono “senza parole mentre si assiste alla situazione in Afghanistan e al crescente disastro umanitario ad Haiti” e “spaventanti e con il cuore spezzato” fanno appello all’impegno collettivo.

Una dichiarazione che alcuni commentatori, come la biografa Levin, hanno definito troppo prolissa per due che si definiscono “senza parole“. L’intervento del principe Harry, che ha trascorso 10 anni della sua vita nell’esercito, infatti, è apparso a molti come il tentativo di dire agli altri cosa fare e come comportarsi. “È facile sentirci impotenti, ma possiamo mettere in pratica i nostri valori, insieme” hanno scritto nella dichiarazione ufficiale. Ma questa frase ha scatenato l’ira di chi vede ancora una volta la coppia ergersi a modello di perfezione. “Chi si credono di essere?” – ha commentato la Levin al The Sun Online – “È come se fossimo tutti bambini piccoli e loro si prendessero cura di noi“.

Fuori dal discorso l’impegno del Regno Unito

Nel corso della lunga dichiarazione, inoltre, il principe Harry e Meghan Markle includono un caloroso invito a “supportare un certo numero di organizzazioni” in aiuto di queste situazioni critiche e un’esortazione ai capi di stato. Nessuna menzione, però, alla politica concreta. Probabilmente, secondo gli esperti, è apparso troppo incauto ai Sussex criticare le scelte operate dal loro amico, il presidente Joe Biden. Allo stesso tempo, però, hanno preferito non elogiare nemmeno il lavoro svolto dal Regno Unito che si è dichiarato pronto ad accogliere 20mila rifugiati. Una scelta cauta e poco patriottica, che non è piaciuta ai più e che ha fatto infuriare gli inglesi, soprattutto nelle ore in cui era arrivato il ramoscello d’ulivo della biografia di Meghan Markle.

LEGGI ANCHE: Il principe Harry incita i soldati in Afghanistan a “offrirsi supporto l’uno con l’altro”

Exit mobile version