"
Primo pianoStorie e Personaggi

Tributo a Charlie Watts: gli altri Stones, Ringo Starr, Paul McCartney ed Elton John

Da ieri quando è stata diffusa la commozione corre sui social: il ricordo di uno dei più grandi batteristi di sempre

L’ultimo ad entrare, quando ancora i Rolling Stones non avevano inciso un album, e il primo a lasciare le scene. Charlie Watts, scomparso ieri ad 80 anni, musicalmente nasce in ambiente blues in quella Londra dei primi anni Sessanta. Gravita intorno alla Blues Incorporated  di Alexis Korner. Nel gennaio del 1963 l’incontro che gli ha cambiato la vita: una manciata di mesi premi è nato il nucleo originario degli Stones con Jagger, Richards, Wyman e Jones. La band e i suoi membri gli riconosceranno sempre che gran parte delle alchimie, il groove, il tocco jazzato, raffinato in quel mondo del rock pieno di “piacchiatori” come li definiva lo stesso Richards. In parallelo ha continuato sempre a suonarlo il suo suonarlo il suo jazz.

Forse era quello a renderlo uno ‘stones diverso‘: un solo matrimonio con Shirley Ann Sheperd, conosciuta prima di entrare nella formazione, da cui è nata l’unica figlia Seraphina nel 1968; pochi problemi nella vita con le dipendenze, discreto e riservato, nonostante fosse andato subito a vivere nel leggendario appartamento di Edith Grove.

Il tributo a Charlie Watts e il ricordo degli amici musicisti

La notizia di ieri, nonostante lo stop annunciato il 5 agosto scorso dal prossimo tour, ha sorpreso un po’ tutti, convinti forse da una sorta di immortalità terrena degli Stones. Giusto partire dal ricordo del frontman della band, Mick Jagger, 78 anni, ha condiviso una foto commovente di un Charlie sorridente (qui sotto presa da Instagram), senza didascalia.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mick Jagger (@mickjagger)

Sceglie una vecchia foto in bianco e nero dei ruggenti anni ’70, Elton John (74 anni), e un messaggio commosso in cui lo definisce come “l’ultimo batterista“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elton John (@eltonjohn)

L’altro batterista dello scontro epico Beatles vs Rolling Stones ha pubblicato uno scatto toccante di loro due, in versione “lads“, ragazzi, visto che hanno praticamente la stessa età, con la più classica delle benedizioni degli anni Sessanta-Settanta: “peace and love“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ringo Starr (@ringostarrmusic)

Non ha tardato, e ha scelto un lungo video ai fans per un ricordo commosso anche Paul McCartney : “Sono vicino alla famiglia e agli Stones. Sarà un duro colpo per loro perché Charlie era una roccia e un batterista fantastico. Ti ricorderò sempre“.
La cantante Joan Armatrading ha aggiunto: “Perché piango? Perché Charlie Watts è morto. Chi sapeva che qualcuno dei musicisti dei Rolling Stones avrebbe mai lasciato questa terra“.

Se da uno Stones abbiamo cominciato con uno Stones dobbiamo chiudere il tributo a Charlie Watts: il compagno di band Keith Richards ha postato su una foto della batteria della band, quella del loro drummer con un cartello “chiuso” appeso.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Keith Richards (@officialkeef)

LEGGI ANCHE: Musica: Addio a Charlie Watts dei Rolling Stones

Il mondo della musica saluta un’altra stella, Charlie Watts si è spento a 80 anni: “Non morirà mai”

Ettore Mastai

Redazione interna - Esteri, Economia, Arte, Sport

Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell'università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l'agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.

Back to top button
Privacy