"
Esclusiva VelvetPrimo pianoTendenze Moda

Venezia78 Anton Giulio Grande: “Il mio omaggio a Venezia nei 1600 anni dalla sua fondazione”

Lo stilista calabrese racconta in anteprima ed esclusiva a VelvetMAG il suo red carpet in Laguna

In Laguna il red carpet è pura emozione. A Venezia78 Anton Giulio Grande sceglie proprio la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica come palcoscenico ideale per presentare la sua ultima fatica: la nuova collezione haute couture 2021/2022. Ed è un omaggio proprio ai 1600 anni della Repubblica della Serenissima, all’alta sartorialità quello che il talentuoso couturier calabrese porta in scena nella Città dei Dogi. Una celebrazione del Made in Italy, della sapiente arte del fatto a mano, la vera alta moda italiana, che richiede ore ed ore di lavorazione dei tessuti, con rifiniture di altissimo pregio che sfiorano la perfezione. Tutte le foto dell’articolo sono in anteprima assoluta per i lettori di VelvetMAG. 

Anton Giulio Grande a Venezia78: in Laguna con alto tasso di seduzione

Charme, raffinatezza, eleganza, ricercatezza ed altissima qualità. Sono queste le cifre stilistiche che caratterizzano l’alta moda di Anton Giulio Grande. L’ex enfant prodige della moda torna a stupire gli addetti ai lavori e non solo. In un clima festivaliero molto diverso dalle edizioni passate, preludio di una rinascita italiana, la creatività non conosce battute d’arresto ed esplode più viva che mai. Sono delle creazioni voluminose quelle che il celebre couturier propone.

Questa volta desideravo dare un impatto emotivo ancora più forte rispetto ai precedenti.”- chiosa in esclusiva Anton Giulio Grande a VelvetMAG – “Non sono certamente abiti sottoveste, ma creazioni costruite con tulle, centinaia di metri di tessuto. Le gonne sono piene di volumi, i corpetti si caratterizzano per il fatto che sono iper ricamati. Sul red carpet hanno sfilato due abiti asimmetrici e due simmetrici. Alcune creazioni avevano la maniche lunghe e degli oblò per un sottile gioco di vedo e non vedo. Abiti che esprimono un summit del mio stile”.

I volumi degli abiti sono volutamente ingombranti

La collezione presentata a Venezia78 da Anton Giulio Grande rende omaggio alla Laguna proprio nell’anniversario della sua nascita. “Ho inserito nelle creazioni dei bustier steccati, delle vere e proprie strutture”- dichiara in esclusiva a VelvetMag Grande“Naturalmente rimango fedele al colore che caratterizza fin da sempre la mia couture: il nero. Un nuance propria dell’haute couture. Il mio omaggio a Venezia prosegue nella scelta di celebrare nel mio shooting, scattato in Laguna, alcuni tra i luoghi più emblematici della città: il Ponte di Rialto, l’Hotel Ca’ Sagredo, il noto palazzo Cà D’Oro. Celebro la Venezia delle crinoline, del Rondò, delle balze.”

Venezia78 Anton Giulio Grande abiti che vogliono far ritornare a sognare

“In un anno in cui dovrebbe far da padrone l’essenzialità, il compito di noi couturier, almeno per me, è quello di far sognare le nostre clienti”, afferma in esclusiva a VelvetMag Anton Giulio Grande– “Amo fare delle sperimentazioni, creare degli effetti shock, amo definire i miei abiti propositivi, forieri di buoni auspici. Non sempre dobbiamo pensare ad un abito mettibile quando vediamo un abito di haute couture sul red carpet, per avere delle creazioni indossabili abbiamo il prêt-à-porter, che è un’altra cosa. Noi stilisti dobbiamo creare un impatto emozionale, dobbiamo liberare la mente dalle brutture dell’ultimo periodo per dare spazio ai sogni”.

Anton Giulio Grande cosa pensa delle scelte di look dei vip sul red carpet di Venezia78?

Alcune mise mi sono piaciute molto, soprattutto le creazioni firmate da Valentino, come quelle indossate da Vittoria Puccini e da Kate Hudson, ed Alberta Ferretti, che ha reso omaggio a Venezia anche con la sfilata.”- dichiara in esclusiva a VelvetMAG Anton Giulio Grande“Riguardo Dolce & Gabbana ho ammirato molto l’allestimento da sogno. Prossima settimana girerò un video in una galleria d’arte moderna a Firenze con sei modelle. Il progetto verrà proiettato a Londra il 15 ottobre prossimo e i proventi saranno destinati alla cura delle leucemie infantili. Anche per questa edizione proporrò un video in streaming poiché a causa della pandemia l’evento live al Royal Albert Hall è stato rimandato. Ma sono fiducioso presto la mia moda tornerà anche all’estero”. 

 

LEGGI ANCHE: Venezia78: la cena di Chanel in Laguna con Kristen Stewart e Penelope Cruz 

Elena Parmegiani

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton, arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy.
Back to top button
Privacy