"
NewsPrimo piano

A scuola nell’era del Green Pass, 4 milioni di studenti in classe. Bianchi: “Lavoriamo per togliere le mascherine”

In 9 Regioni e nella Provincia di Trento riparte in presenza l'anno scolastico, cosa che avverrà, entro la settimana, in tutta Italia. Al via la piattaforma informatica per il controllo rapido della certificazione verde all'ingresso

Dopo Bolzano lunedì scorso, oggi 13 settembre sono rientrati in classe quasi 4 milioni di alunni. Si tratta di bambini e ragazzi suddivisi fra Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto. Oltre a quelli della Valle d’Aosta e della Provincia di Trento. Scacciato, per ora, l’incubo Dad (Didattica a distanza), sebbene non sia escluso a priori il ricorso alle lezioni online laddove si verifichino casi di positività al Coronavirus e si renda necessaria la ‘chiusura’ di una classe.

Scuola, tutte le date dei rientri

Domani, 14 settembre, le lezioni cominceranno per 192.252 alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1.706.814 bambini e ragazzi di Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana. Infine, giovedì 16 settembre, per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia. Gli ultimi a ritornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre.

I controlli per il Green Pass

Debutto anche per il Green Pass, oggi 13 settembre. Non soltanto il personale scolastico, docente e non docente, è tenuto a mostrarlo, ma anche tutti coloro che sono esterni alla scuola – genitori compresi – se intendono varcare la soglia degli istituti. Stesso discorso per chi vuole entrare nelle Università. Nei giorni scorsi, i primi di lavoro per maestre e professori nei collegi docenti e per l’avvio delle programmazione, i controlli sono già avvenuti. Oggi è entrata in funzione la piattaforma del ministero: un programma informatico ad hoc per rendere più efficace il controllo dei pass ed evitare la pedissequa verifica personale ogni mattina.

Assunzioni per 60mila docenti

Sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato quasi 60mila docenti. I dirigenti scolastici nomineranno i professori incaricati delle supplenze brevi. Risultano assunti anche 10.729 lavoratori Ata, ossia personale tecnico, amministrativo e ausiliario. Sono infine 87.209 i posti aggiuntivi in deroga già assegnati sul sostegno scolastico.

Bianchi: “La scuola ci fa sentire Paese

Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi – ha dichiarato a Sky il ministro dell’Istruzione, Patrizio BianchiRiparte una scuola che deve non solo riaprire ma anche ripensarsi. Deve tornare a essere il centro della nostra comunità ed essere conscia di se stessa. Il compito della scuola quest’anno è farci sentire Paese“. “Non ho abbandonato l’idea” di far togliere le mascherine laddove in classe siano tutti vaccinati, ha aggiunto Bianchi. “È la nostra direzione di marcia, è una indicazione chiara del decreto del 6 agosto. Stiamo lavorando da aprile a una scuola nuova, più inclusiva affettuosa e stiamo lavorando anche su questo aspetto delle mascherine“.

LEGGI ANCHE: Scuola, si riparte con mascherina e Green Pass. Calendario e regole regione per regione

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy