"
NewsPrimo piano

TikTok, in Cina si limita l’utilizzo per i giovani fino ai 14 anni

La piattaforma ha condiviso le nuove regola della "modalità giovani"

Importanti novità per gli utenti cinese di TikTok. Il social amatissimo dai più giovani, infatti, ha annunciato che limiterà l’uso della piattaforma per quanto riguarda i più piccoli. Ad essere toccati dalle nuove regole saranno soprattutto i bambini e gli adolescenti al di sotto dei 14 anni.

Cina, TikTok limitato per gli utenti sotto i 14 anni

Come viene riferito dal South China Morning Post, la versione cinese di TikTok ha deciso di adottare un nuovo regolamento. La piattaforma social che permette di condividere contenuti video, infatti, potrà essere utilizzata per soli 40 minuti al giorno da tutti gli utenti di età inferiore ai 14 anni. I giovani appartenenti a questa fascia d’età, inoltre, potranno eseguire l’accesso solo in un orario compreso tra le 06:00 e le 22:00. La modalità giovani, dunque, permette di controllare l’accesso dei bambini e degli adolescenti ai social.

Tutte le novità della “modalità giovani”

La “modalità giovani” mira a ridurre notevolmente il tempo trascorso dai più giovani sulle piattaforme social. TikTok, inoltre, ha aggiunto in questa nuova versione anche contenuti educativi, mostre, digressioni storiche ed esperimenti scientifici. La Douyin ha commentato la notizia dichiarando in un post: “Sì, siamo più severi con i giovani. Lavoreremo di più per fornire contenuti di qualità in modo che gli adolescenti possano imparare e vedere il mondo“. Già nel 2019, Douyin e il servizio rivale Kuaishou, avevano cominciato a sperimentare “misure anti-dipendenza“. I social, ed in modo particolare TikTok, infatti, sono molto popolari tra le fasce più giovani della popolazione cinese e da anni ci si interroga su quali potrebbero essere le misure più efficaci per limitare l’insorgere di una vera e propria dipendenza. Sempre in Cina, inoltre, il mese scorso era stato vietato ai minori di 18 anni di giocare ai videogame nei giorni feriali.

LEGGI ANCHE: Vaticano, per entrare ci vuole il Green Pass (ma non per le messe)

Roberta Gerboni

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online. Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all’ Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania. Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.
Back to top button
Privacy