"
Libri

Elena Ferrante è la vincitrice del premio letterario Belle van Zuylen

Il suo discorso ha toccato il tema dell'educazione e dell'emancipazione femminile

Elena Ferrante è la vincitrice di uno dei maggiori riconoscimenti letterari dei Paesi Bassi. Si tratta del Premio Belle van Zuylen dell’International Literature Festival. Il premio alla madre dell’Amica geniale, è stato consegnato ad Ester Hueting in rappresentanza delle Edizioni e/o, il suo editore italiano. La cerimonia si è svolta il 23 settembre al teatro TivoliVredenburg di Utrecht.

Premio Belle van Zuylen per Elena Ferrante

Le motivazioni con cui la giuria ha deciso di attribuire il premio proprio ad Elena Ferrante hanno a che fare con tutta la sua letteratura. E non si riferiscono ad un’opera in particolare. Nella nota, infatti, si legge che la scrittrice è meritevole di aver “creato innumerevoli personaggi che illustrano la posizione delle donne nella società italiana del XX secolo“.

Su invito dell’International Literature Festival-Ilfu, Elena Ferrante ha redatto un testo. Nel corso della serata Olga Zuiderhoek lo ha letto in nederlandese. La cerimonia, in diretta dal teatro TivoliVredenburgin, poteva essere seguita anche da casa. Collegandosi al sito ilfu.com era possibile ascoltare le letture svolte in lingua italiana da Anna Bonaiuto e in inglese da Olivia Coleman.

Il premio di una femminista per le donne

Nella motivazione della giuria per l’assegnazione del premio ad Elena Ferrante si legge anche un riferimento alla “sua scelta radicale di rimanere anonima, pur identificandosi esplicitamente come donna, è una dichiarazione potente con un sottofondo intrinsecamente femminista“. Nel corso di una conferenza stampa del Belle van Zuylen che si è svolta precedentemente all’ILFU di Utrecht, ha toccato il tema dell’educazione femminile. La creatrice dell’Amica geniale, infatti, ha espresso un fervente appello per una buona educazione per le donne, visto come importante fattore di emancipazione, ricordando che “i regimi maschilisti più crudeli hanno paura delle donne che studiano”.

LEGGI ANCHE: Martina Formili Fendi e Margherita Sperati: “Eye of Ray il nostro progetto eco-fiendly tra arte e moda”

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy