TV

Verso “The Crown 5”: ecco la storia tra Lady Diana e Dodi Al-Fayed

La quinta stagione della serie tv affronterà uno degli ultimi grandi enigmi della vita di Diana Spencer: la sua storia d'amore con il miliardario egiziano che le è stato accanto nell'ultima estate della sua vita

Ormai è ufficiale: nella quinta stagione di The Crown arriverà anche il personaggio di Dodi Al-Fayed. L’ultimo (chiacchieratissimo) amore di Lady Diana dovrebbe subentrare verso il finale di stagione, e ad interpretarlo sarà l’attore Khalid Abdalla (che ha ufficialmente dichiarato a Variety di aver ottenuto la parte). Con la scelta quasi inevitabile di introdurre nello storytelling la figura complessa dell’imprenditore egiziano, morto proprio insieme a Lady D quel drammatico 31 agosto 1997, la trama toccherà le corde più ambigue e tuttora oscure della vera storia della Principessa del Popolo. È dunque il caso di fare un ripasso di storia, e tornare dietro le quinte dell’amore travagliato e mai realmente chiarito tra Diana Spencer e Dodi Al-Fayed.

La serie introduce il personaggio di Dodi Al-Fayed

The Crown 5, come è ormai noto, racconterà gli anni Novanta della monarchia inglese. Vale a dire gli ultimi momenti della vita di Lady Diana, interpretata da Elizabeth Debicki. Dalla crisi sempre più violenta con il marito Carlo fino alla relazione con Al-Fayed. Ma chi era l’uomo che si è ritrovato a morire accanto a Diana Spencer? E che tipo di rapporto aveva con la Principessa? Sicuramente rappresenta ancora oggi uno dei grandi enigmi di questa storia.

Non sapremo mai se il loro fu un semplice flirt estivo o se erano effettivamente a un passo dal matrimonio. Quel che è certo è che Lady Diana decise di trascorrere quella che sarebbe stata l’ultima estate della sua vita insieme a Dodi Al-Fayed. Ospite da lui in Costa Azzurra, sotto il mirino attento dei paparazzi si abbandonarono ad un’estate di leggerezza e lusso. Era il 1997: erano gli ultimi attimi prima del tragico incidente d’auto che causò la morte della Principessa, nel maledetto 31 agosto sotto il ponte dell’Alma a Parigi. Accanto a lei in quella Mercedes c’era anche Dodi Al-Fayed: perse la vita sul colpo, mentre i soccorsi tentavano inutilmente di salvarla a Diana.

Flirt o matrimonio? La storia nel mirino

La traumatica scomparsa portò ancora di più la loro storia sotto i riflettori: non più una morbosa questione di gossip, ma un cupo tassello della morte di Diana Spencer. La cronaca rosa si fece presto cronaca nera, e l’attenzione si concentrò in particolare sul mistero legato al presunto anello di fidanzamento. Esiste? Non esiste? L’amore tra Lady D e il miliardario egiziano, infatti, fu dipinto poi come una strategia mediatica voluta dalla stessa Spencer per colpire un altro uomo venuto subito dopo. Ovvero il cardiochirurgo pakistano Hasnat Khan, che l’aveva rifiutata. Insomma, per alcuni Al-Fayed non era altro che il co-protagonista di una sceneggiatura scritta da Diana per far ingelosire qualcun altro o per curarsi le ferite. L’ipotesi più sposata dai rotocalchi dell’epoca, invece, sosteneva semplicemente che l’ex moglie di Carlo volesse voltare pagina pubblicamente, mostrandosi innamorata e libera dopo la fine del matrimonio reale.

L’enigma dell’anello di fidanzamento 

Che ruolo gioca dunque l’anello? Senza rischiare d’addentrarci nel complottismo, la presenza o meno di un pegno d’amore come quello che Dodi Al-Fayed avrebbe regalato a Diana, per alcuni rappresenterebbe un elemento fondamentale della vicenda. Secondo il gioielliere Alberto Repossi (che di recente è tornato a parlare al Corriere della Sera del suo incontro con la coppia nell’estate del 1997), l’anello esisterebbe eccome. Il miliardario lo avrebbe ritirato proprio nel suo negozio di Parigi, e con una certa fretta. Stando alla ricostruzione di Repossi, infatti, la scadenza per il ritiro era fissata al 30 agosto, proprio in vista di un annuncio di fidanzamento ufficiale che la coppia avrebbe dovuto fare il 1 settembre di quell’anno. Il giorno dopo la morte improvvisa di entrambi.

Restano ipotesi impossibile da dimostrare, e su questo non c’è dubbio. Ipotesi che ruotano tutte attorno ad un dubbio latente: che corso avrebbe preso la vita di Lady Diana? Tra lei e l’uomo che le è morto accanto c’era davvero la volontà di convolare a nozze? Fino a che punto questo segreto potrebbe aver inciso sul tragico futuro di entrambi? Risolvere la questione non è possibile, perciò è naturale chiedersi se e come The Crown sceglierà di affrontare la relazione tra i due fino in fondo. Fino a quel famoso 31 agosto 1997.

LEGGI ANCHE: 10 curiosità su Sex Education: dalle location alle scene intime

Back to top button
Privacy