"
CinemaPrimo piano

Alice nella Città 2021 premia come miglior film “Petite maman”

La selezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma con in giuria giovani da tutta Italia con sogni cinematografici e audiovisivi nel cassetto

La giuria composta da 30 giovani ragazzi provenienti da tutta Italia, ha attribuito il Premio miglior film Alice nella Città 2021 alla delicata, elegante e profonda pellicola Petite Maman di Céline Sciamma. Oggi, nella sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica ha visto volgere al termine una ricca kermesse distinta in proiezioni e incontri con i grandi del cinema mondiale; ricondiamo l’atteso arrivo di Johnny Depp. La diciannovesima edizione di Alice nella Città ha dunque visto sul set giovani talenti cimentarsi tra un ciak e l’altro con il sogno di diventare presto dei cineasti noti. Ed è stata nella nona giornata di questa attuale edizione del Roma Film Festival a veder salire sul palco i premiati.

Per la sua capacità di coinvolgere emotivamente lo spettatore, Céline Sciamma sale sul podio vincendo il Premio del miglior film. “Voglio ringraziare la giuria del festival per aver realizzato il sogno del film: una sala cinematografica piena di ragazze e ragazzi. A loro voglio dire grazie – dichiara Sciamma – Grazie per l’emozione, per la sensibilità, per la curiosità. Come dicono le parole della canzone del film: il mio cuore è nei vostri cuori, i vostri cuori sono nel mio cuore“. 

Alice nella Città, Brananagh: “Gli italiani erano entusiasti di questo film”

A Kenneth Branagh va il Premio per miglior regia. La sua Belfast e lo sguardo di un bambino attraverso il quale racconta una storia che mette i sentimenti più profondi al servizio di una tecnica esemplare, ha convinto le giurie di Alice nella Città. Per il regista britannico si tratta del secondo riconoscimento dopo il Premio del pubblico durante il Festival di Toronto; e non poteva che esser ancor più emozionato ne sentir confermare il suo talento, celebrato con un nuovo riconoscimento nella cornice festivaliana di Roma.

“Ho ricevuto tantissimi messaggi di persone che hanno visto il film a Roma e sentire che gli spettatori italiani erano entusiasti di questo film è stato così commovente per me. Sono felice di ricevere questo premio”; ha detto Branagh nel videomessaggio da Savannah, in Georgia, dove si trova in questo momento. E con un “Arrivederci Roma” pronunciato in italiano perfetto ha salutato i ragazzi presenti in sala.

E nel giorno in cui Alice nella Città porta sul palco i vincitori nell’anno, è giorno di bilanci prima dell’attesa chiusura di domani per la kermesse romana: 23.000 presenze, 15.000 biglietti emessi e 6.000 accreditati, l’evento parallelo alla Festa del Cinema di Roma riceve un importante riconoscimento per la sua diciannovesima edizione, ovvero la Medaglia del Presidente della Repubblica. Un’onorificenza che premia la vocazione di Alice nella Città, da sempre impegnata nella valorizzazione dei talenti giovani e del cinema che parla ai ragazzi.

LEGGI ANCHE: E poi arrivò Sam Raimi: l’uomo che “ha liberato” Spiderman

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Back to top button
Privacy