"
CoronavirusPrimo piano

Covid, Liguria zona gialla dal 20 dicembre. Via libera a due nuovi farmaci

Quasi il 90% degli italiani con più di 12 anni ha assunto almeno una dose di vaccino ma servono restrizioni ai viaggi dall'estero

Da lunedì prossimo 20 dicembre, a soli 5 giorni dal Natale, la Liguria entrerà in zona gialla anti Covid. Scatterà dunque l’obbligo di mascherina anche all’aperto, per le prossime due settimane. Lo ha annunciato il governatore Giovanni Toti. Secondo il report del 16 dicembre l’incidenza media settimanale di casi di Coronavirus si attesta a 313 ogni 100mila abitanti, mentre i posti letto occupati in area medica sono al 17% e quelli in terapia intensiva sono al 12%.

Covid, Speranza: “L’88% ha almeno una dose

Dal canto suo il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha dichiarato che l’Italia sulla campagna vaccinale anti-Covid è “oltre i 13 milioni di richiami somministrati“. E l’88,37% dei cittadini con più di 12 anni “ha ricevuto la prima dose“. La mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (vedi foto in basso) mette intanto Sardegna, Molise e Puglia in giallo; Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Provincia di Bolzano in rosso scuro, il resto dell’Italia in rosso.

Ue: viaggi, restrizioni e Green Pass

A livello di Unione europea, l’Ema (l’agenzia del farmaco) ha raccomandato l’autorizzazione di due nuovi farmaci per il trattamento anti Covid. Si tratta dello Xevudy e del Kineret. Ma l’Ue, in questo periodo di feste natalizie in arrivo, è soprattutto alle prese con la regolamentazione dei viaggi. Le misure restrittive sugli spostamenti all’interno dell’Unione sono tra i temi affrontati finora dal Consiglio europeo in corso a Bruxelles. La discussione dei Capi di Stato e di Governo si è focalizzata, tra l’altro, “sulla validità dei certificati Covid e sull’importanza di approcci coordinati e coerenti quando si adottano misure nazionali“. Non tanto, dunque, sulle misure prese dai singoli Paesi, come l’Italia, l’Irlanda, la Grecia o il Portogallo. Bensì “sul coordinamento in generale a livello internazionale e nell’Ue. Spazia dalla terza dose” di vaccino anti Covid, “alla vaccinazione per i bambini“, fino alla “data di scadenza” dei Green Pass.

Covid, crescono contagi e vittime

I dati del ministero della Salute di mercoledì 15 dicembre indicavano in 23.195 i nuovi positivi ai test Covid (nell’arco delle 24 ore). Il giorno prima erano stati 20.677. Sono state invece 129 le vittime in un giorno, contro le 120 del giorno precedente. In Italia non si registravano oltre 23mila positivi al Coronavirus dal 1 aprile scorso. In quella data furono 23.649. E purtroppo si conferma un numero alto di decessi, 129, una cifra che non si toccava dal 28 maggio scorso. Sono stati, infine, 634.638 i tamponi molecolari e antigenici che i sanitari hanno effettuato nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Il giorno prima erano stati 776.363. Il tasso di positività si è collocato al 3,6% (il 15 dicembre).

Covid Mappa Ecdc 16 Dicembre 2021
La mappa aggiornata del rischio Covid nella Ue. Foto Twitter @ECDC_EU

LEGGI ANCHE: Covid, più contagi ricoveri e vittime. Gimbe: “Ospedali in affanno”

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy