Da “American Horror Story” agli X-Men: la splendida carriera di Evan Peters

L’attore ha raggiunto la popolarità con la serie antologica horror di Ryan Murphy, ma di recente ha vinto un Emmy Awards per “Omicidio a Easstown”

Chissà cosa sarebbe accaduto alla carriera di Evan Peters se non fosse stato scelto da Ryan Murphy per American Horror Story. Probabilmente avrebbe trovato un’altra strada per dimostrare il proprio talento. L’attore, classe 1987, ha lasciato il segno nella serie antologica dell’orrore sin dalla prima stagione interpretando un personaggio complesso, quale Tate. Ma, da quel momento, ne ha fatta di strada arrivando a vincere un Emmy Award per Omicidio a Easttown. Ma andiamo per gradi.

Da “American Horror Story” agli X-Men: la splendida carriera di Evan Peters

La carriera di Evan Peters oltre American Horror Story

Prima ancora di intraprendere la carriera d’attore, Evan Peters ha bazzicato nel mondo della pubblicità partecipando a diverse campagne di brand come Playstation e Kellogg’s. Avvicinatosi alla recitazione intorno ai 15 anni, ha ottenuto il primo ruolo al cinema nel film Clipping Adam nel 2004, seguito da Sleepover e American Crime. Al contempo, Evan Peters ha affinato anche la sua presenza televisiva. Nell’arco della sua carriera è apparso in diverse serie TV come Phil dal futuro, Invasion, Dirt, Dr. House, One Tree Hill, Criminal Minds, The Mentalist, The Office e Parenthood, ma la grande rivelazione è arrivata con American Horror Story.

Evan Peters

È entrato nel cast della prima stagione, andata in onda nel 2011 e, dal quel momento, è diventato uno dei perni portanti della serie TV. Il suo personaggio è stato poi proposto anche in una nuova serie antologica, intitolata American Horror Stories. Legato a Ryan Murphy, l’attore è poi apparso in Pose. Di recente è stato inserito nel mondo Marvel dapprima nei vari film degli X-Men (a partire da Giorni di un futuro passato) per poi figurare anche in WandaVision, serie TV che ha dato il via alla fase 4 dell’MCU. Qui ha ripreso il suo ruolo di Quicksilver, un personaggio dotato di super velocità per il quale si è preparato a lungo.

Evan Peters

L’ultimo ruolo televisivo l’ha visto recitare al fianco di Kate Winslet in Omicidio a Easttown. Al cinema, invece, dei suoi ultimi film possiamo ricordare Deadpool 2 e American Animals. E che dire, invece, dei personaggi che avrebbe voluto interpretare e poi assegnati ad altri? In passato Evan Peters ha svolto il provino di Peeta in Hunger Games, parte poi andata a Josh Hutcherson. Di quel momento ha un dolce ricordo, soprattutto perché ha potuto recitare con Jennifer Lawrence. “È stato davvero fantastico! Dovevo fare una scena con Jennifer Lawrence. Ero nervosissimo perché lei è davvero un’attrice straordinaria e secondo me il film ha una trama grandiosa“, ha raccontato a Vulture.

LEGGI ANCHE: Paolo Borsellino, ricordo di un uomo che si definì “Né un eroe, né un kamikaze”

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.