Sanremo, tra rivelazioni e conferme: da Giovanni Truppi a Sangiovanni

Un Festival all'insegna delle nuove scoperte musicali e record digitali e l'amore è sempre protagonista

È stato un Festival di Sanremo all’insegna della spensieratezza, che ha messo d’accordo gran parte del pubblico. “Perché Sanremo è Sanremo“, e in fondo un po’ tutti avevamo bisogno di una boccata d’aria dopo un anno non molto semplice. E tra i 25 big in gara, si è sicuramente contraddistinto Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia. Il cantautore è riuscito ad interpretare una delle dichiarazioni d’amore più belle e compiute di tutta la sua carriera. Perché in fondo questo è stato anche un po’ il Festival dell’amore, in tutte le sue forme. Nel videoclip della canzone, infatti, il cantante è a suonare in un hotel improbabile, ma avviene un incontro che gli cambia la serata. Peccato che i due, anche se inizialmente c’è un bel feeling tra di loro, sono destinati a non vedersi più. Ed è proprio questo il tema sul quale ruota la canzone. Un brano che riesce a far incontrare e mescolare ruvidità e sentimenti, classicità e sperimentazione.

Ed è proprio con il suo debutto sul palco dell’Ariston che Giovanni Truppi ha inaugurato l’uscita di Tutto l’universo, la sua nuova raccolta uscita lo scorso 4 febbraio, e ha anticipato il nuovo tour del cantante. Solo tre date a Roma, Napoli e Milano, in cui l’artista potrà incontrare il suo pubblico e condividere quella che è la sua unica passione, la musica.

Intanto prende il via oggi da Roma l’instore tour che porterà Giovanni Truppi nelle librerie La Feltrinelli di tutta Italia proprio l’album. Si comincia quindi oggi martedì 8 febbraio a Roma (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Galleria Alberto Sordi), per poi proseguire mercoledì 9 febbraio a Napoli (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Piazza Martiri), giovedì 10 febbraio a Firenze (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Piazza della Repubblica), venerdì 11 febbraio a Bologna (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Piazza Ravegnana), lunedì 14 febbraio a Milano (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Piazza Duomo), martedì 15 febbraio a Palermo (ore 18.30 – LaFeltrinelli, Via Cavour) e infine mercoledì 16 febbraio a Torino (ore 18.30 – Cap10100, Corso Moncalieri 18).

Dargen D’Amico firma un nuovo album, Sangiovanni fa il record di streaming

Giovanni Truppi non è stato però l’unica sorpresa di questa 72esima edizione del Festival di Sanremo. Anche Dargen D’Amico è stato una bella scoperta, per chi ancora non conosceva la sua musica. Dopo aver debuttato sul palco dell’Ariston con Dove si balla, che ha fatto scatenare l’intera platea del Festival, arrivando anche a un passo dalla vittoria del FantaSanremo, il rapper tornerà il prossimo 4 marzo con un nuovo album. Sarà Nei sogni nessuno è monogamo il nuovo disco di Dargen D’Amico, che conterrà anche il brano presentato al Festival di Sanremo. Seppure ancora qualcuno non lo conosceva, in realtà questo è già il decimo album in studio dell’artista, che conta numerose collaborazioni importanti sul panorama artistico. E ancora una volta, Dargen D’Amico sarà una penna creativa e protagonista attraverso i suoi testi, che si muoverà tra figure retoriche e giochi di parole per dare vita a progetto come sempre fuori dagli schemi. Nella musica, l’artista ha ritrovato un modo creativo per analizzare temi di quotidianità e attualità per sdrammatizzarli e rivisitarli in una chiave diversa.

Photo Credits: Adriana Tedeschi

Nel frattempo, anche Sangiovanni si impegna per segnare nuovi record nella sua giovane carriera. Farfalle, il brano presentato per la prima volta sul palco dell’Ariston, è stato infatti il miglior debutto nel suo percorso professionale. Entrato alla sua uscita al terzo posto della classifica di Spotify e Apple Music e finito subito nella top five dei video più visualizzati, il nuovo brano si appresta a raggiungere nuovi traguardi. Nel frattempo, anche Cadere volare, l’album in uscita il prossimo 8 aprile, è già al primo posto su Amazon tra i dischi in pre-order.

LEGGI ANCHE: Vasco Rossi, 70 anni e una ‘vita spericolata’