CinemaPrimo piano

“Cyrano” in corsa agli Oscar 2022: in gara i costumi di Massimo Cantini Parrini

La storia e i segreti di un film presentato al 16° Film Festival di Roma, ora verso l'Oscar

È la seconda nomination agli Oscar per il costumista fiorentino Massimo Cantini Parrini. Il professionista che già l’anno precedente aveva arricchito la sua carriera con una statuetta vinta per i costumi di Pinocchio, il film diretto da Matteo Garrone. Questa volta il costumista italiano gareggia nella cinquina dell’Academy per i Migliori costumi disegnati e realizzati per Cyrano, il musical di Joe Wright tratto dalla commedia teatrale Cyrano de Bergerac (1897) di Edmond Rostand. La pellicola, presentata in anteprima europea alla 16esima edizione della Festa del Cinema di Roma, è stata girata in gran parte in Sicilia nel 2020.

Joe Wright Cyrano
Photo Credits: Teresa Comberiati

Un capolavoro mozzafiato che sarà in concorso domenica 27 marzo nella serata degli Oscar. Il racconto interpretato magistralmente dall’attore Peter Dinklage, reso famoso per l’interpretazione ne Il trono di spade sarà nelle sale cinematografiche dal prossimo 3 marzo. L’uscita promette emozioni e una buona dose di azione che esplica ad un cocktail ben miscelato. Esattamente come ha dimostrato d’esser durante la kermesse cinematografica romana, e oggi con il trailer disponibile sul canale YouTube.

La celebre commedia teatrale in cinque atti pubblicata nel 1897 dal poeta francese Rostand è ispirata alla figura storica del Bergerac. Uno degli scrittori più estrosi della Francia del Seicento. Sulla pellicola diretta dal regista Wright, Cyrano che ha il volto di Peter Diklange, il difetto fisico che mette in imbarazzo il protagonista non è quello classico del naso, ma la sua statura. Nel film il mutamento dell’altezza si sposa benissimo con la trama laddove vede il protagonista non solo non all’altezza dell’amore che prova per Roxanne (Haley Bennet), ma consapevole di non essere adatto alla donna. Diklange e Bennet in Cyrano mostrano una grande affinità sul grande schermo portando nel film l’autenticità del rapporto.

Cast Cyrano de Bergerac
Photo credits: Teresa Comberiati

L’atmosfera calde della Sicilia verso gli Oscar 2022

Ambientato nella parte storica della splendida Noto, la scenografia del film e i costumi donano alla pellicola atmosfere sospese tra il fiabesco ed il barocco. L’Italia è uno dei posti in cui il regista ha spesso sognato di ricreare uno dei suoi set per dar vita ai suoi progetti cinematografici. Per Cyrano Wright ha pensato di ricreare una sorta di ambientazione fantasy. Un’istantanea onirica data dall’architettura di Noto. Per la realizzazione dei costumi invece, il candidato agli Oscar 2022 Massimo Cantini ha raccontato di essersi ispirato al pittore francese Watteau, esponente della pittura rococò. Non solo. La leggerezza degli acquarelli data dalla trasparenza del colore, in qualche modo ha potuto ‘alleggerire’ l’epoca del Cyrano.

LEGGI ANCHE: Jennifer Aniston non è “solo” Rachel di Friends: i migliori film da recuperare

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Back to top button
Privacy