"
Primo pianoSportStorie e Personaggi

L’undicesimo sigillo di Arianna Fontana. Come lei nessuno mai!

L'Azzurra più vincente delle Olimpiadi Invernali che non ha chiuso del tutto in vista Milano-Cortina 2026

Forza, determinazione, tattica. Se non l’avete vista prendetevi il tempo per godervi questi 1500 metri dello short track che hanno consegnato alla leggenda sportiva Arianna Fontana. L’undicesimo sigillo olimpico: come nessuna altra azzurra mai nelle Olimpiadi Invernali.

Un’atleta straordinaria che in questa spedizione di Pechino 2022 è capace di portare a casa ben tre medaglie – un’oro e un’argento in individuale, come  un bronzo a squadre – di quelle 11 che costituiscono il suo personale ‘bottino’. Questa poi strappata partendo ultima per studiare meglio le altre e conquistata al foto finish per soli 3 millesimi. Ed è salita su quel podio che conosce così bene raggiante e le ha spiegate a caldo nelle interviste poco dopo: “Scusatemi se sto piangendo, ma è successo davvero di tutto. Le lacrime sono uscite perché ora posso lasciare andare le emozioni che ho dovuto trattenere prima”.

A 31 anni riesce a strappare la sua miglior prestazione e piazzamento sulla distanza dei 1500 metri che racconta così: “All’inizio della finale mi son detta di stare tranquilla e di non agitarmi. A quattro giri dalla fine sono uscita fuori, la progressione mi ha portato a chiudere seconda, ma stavo anche raggiungendo la Choi, pertanto sono davvero contenta.” – ha continuato ricordando i successi di questa spedizione olimpica: “Pechino 2022 è stata la migliore Olimpiade della mia vita, quindi è sicuramente da incorniciare”.

Arianna Fontana: medaglie con vista Milano Cortina 2026

Le 11 medaglie da record woman le definisce come “un orgoglio e un onore“. Con il secondo oro conquistato in Cina, dopo quello del Pyeongchang 2018, arricchisce un palmares incredibile che annovera anche due vittorie in Coppa del Mondo sulla distanza dei 500 metri; 7 volte Campionessa europea e quattro volte sul podio mondiale (argento a Mosca 2015, bronzo a Sheffield 2011, Shangai 2012 e Dordrecht 2021). Oggi poi sono tornate le polemiche legate ai rapporti con la sua Federazione, ma negli occhi dei tifosi italiani resteranno solo le sue vittorie, e questo secondo posto da record, quasi quanto il titolo olimpico. Un altro argento che scrive un’impresa epica come quello di Sofia Goggia di alcuni giorni. Le due immagini che ci porteremo dietro di questa Olimpiade invernale. E un piccolo spiragli ancora nelle parole di Arianna: “Milano-Cortina 2026 per ora è solo un sogno. Sarebbe bello esserci, perché ho iniziato a Torino nel 2006 e chiuderei a Milano dopo 20 anni. ”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arianna Fontana (@aryfonta90)

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, i 43 anni del ‘Dottore’ che non smette di correre e farci sognare

Angela Oliva

Direttore Responsabile
Pugliese di nascita, muove le sue prime esperienze giornalistiche tra Palio, Sport e Cronaca bianca a Siena durante il periodo universitario divenendo pubblicista subito dopo la laurea con lode in Scienze della Comunicazione. Con il trasferimento a Roma inizia il praticantato che la porterà a diventare professionista nel 2008. Si è occupata di gambling, dipendenze, politica estera (ha una seconda laurea sempre con lode in Scienze internazionali e diplomatiche), ippica, economia. Ha collaborato con giornali, TV (Telenorba), l'agenzia di stampa nazionale Il Velino-AGVNews e con diverse realtà specializzate. Diverse le esperienze in agenzie come account ed advisor del settore bancario, di associazioni di categoria, di comunicazione pubblica, turismo, trasporti, cybersecurity, compliance & risk management, telecomunicazioni, 5G e di gaming.
In parallelo si è occupata di Comunicazione strategica e Marketing come manager in azienda - trasferendosi a Rimini - assumendo spesso anche la responsabilità delle Relazioni esterne. Ha approfondito, con due diversi master, anche i temi della Corporate Social Responsibilty e della Sostenibilità.

Back to top button
Privacy