"
Primo pianoRoyal Life

William e Kate dovranno affrontare anche le proteste della Giamaica nel loro tour

I Cambridge hanno già ricevuto un freddo benvenuto dalla comunità del Belize

Il tour caraibico di Kate Middleton e del principe William potrebbe essere segnato da ulteriori proteste in Giamaica, poiché gli attivisti accusano la regina e i suoi predecessori di portare avanti colonialismo e schiavitù.

Il duca e la duchessa di Cambridge arriveranno in Giamaica domani, dopo aver trascorso i primi giorni del tour in Belize. La coppia farà visita al paese prima di partire per le le Bahamas giovedì.

William Kate calcio

Mentre il paese celebra il suo 60° anniversario, una coalizione di politici, imprenditori, medici e musicisti giamaicani ha chiesto in una lettera aperta alla monarchia britannica di pagare per i danni causati dalla schiavitù.

A rischio proteste la visita in Giamaica di William e Kate

Si sapeva fin da subito che il tour caraibico di William e Kate non sarebbe stato per nulla semplice. Sarà proprio per questo motivo, dunque, che la regina Elisabetta ha deciso di inviare proprio i Cambridge sul posto. Ma nemmeno la coppia più amata della monarchia inglese è in grado di sedare i venti repubblicani.

Kate William

La lettera alla Sovrana

Una lettera sottoscritta da molti giamaicani recita: “Accogliamo con grande apprensione la vostra visita nel nostro paese, la Giamaica, durante un periodo in cui siamo ancora alle prese con una pandemia globale e ci stiamo preparando per il pieno impatto di un’altra crisi globale associata alla guerra russo-ucraina“. Facendo anche riferimento al Giubileo di Platino della Sovrana, inoltre, hanno dichiarato di non rilevare “nessun motivo per celebrare i 70 anni dell’ascesa di tua nonna al trono britannico perché la sua leadership, e quella dei suoi predecessori, ha perpetuato la più grande tragedia dei diritti umani nella storia dell’umanità“.

Il gruppo Advocates Network, una coalizione per i diritti umani di attivisti giamaicani e organizzazioni per le pari opportunità, organizzerà una protesta davanti all’Alto Commissariato britannico a Kingston alle 10:30, poche ore prima dell’arrivo del principe William e Kate. La co-organizzatrice della protesta, Nora Blake, ha dichiarato al The Independent: “È importante dire alla Gran Bretagna che ha sbagliato ad arricchirsi con la schiavitù e il colonialismo. Moralmente questo richiede delle scuse, ed è solo giusto che vengano fatte riparazioni“.

La presunta protesta della Giamaica arriva dopo che il tour è iniziato in circostanze controverse. Prima dell’arrivo di William Kate, infatti, gli abitanti di un villaggio del Belize, si sono ribellati all’arrivo della coppia sul posto. I Cambridge avevano poi sostituito la visita con un tour al centro culturale della comunità Garifuna a Hopkins. In seguito hanno fatto visita alle antiche rovine Maya nel cuore del Belize.

LEGGI ANCHE: Il principe Harry e Meghan Markle sul palco degli Oscar?

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy