Meteo, pioggia e neve in arrivo. Al Nord temperature a picco

L’inverno non è finito. Verso la fine il periodo di grave siccità che dura da dicembre

Nuove condizioni meteo in Italia dai prossimi giorni secondo i meteorologi. Dopo più di tre mesi di siccità sta per tornare la pioggia. Al Nord ma non solo. Un vero e proprio colpo di coda dell’inverno, con il ritorno di gelo e neve.

Ed è possibile che cada anche tanta neve, secondo le previsioni del sito ilmeteo.it. La neve ad aprile resta comunque fondamentale per rimpinguare le riserve idriche italiane, ormai quasi a secco. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, sottolinea che da mercoledì 30 marzo l’alta pressione, dopo aver garantito altre due giornate soleggiate in questo inizio settimana, cederà il posto all’arrivo di alcune perturbazioni meteo. I venti di libeccio e di scirocco, insieme ad aria fresca in quota, raggiungeranno l’Italia provocando precipitazioni diffuse, talvolta anche abbondanti.

Il fiume Po quasi in secca in queste settimane. Foto Twitter @Terra_Pianeta

Meteo, le regioni coinvolte dal maltempo

Il fenomeno di ricambio delle condizioni meteo riguarderà soprattutto le regioni del Nord. Ma anche quelle del Centro e Campania, Basilicata e Puglia. Ci attendono dunque almeno 5 giorni di tempo fortemente instabile con le piogge che bagneranno a più riprese il Centro-Nord e parte del Sud. Un capitolo a parte sarà quello legato alle nevicate. Perturbazioni abbondanti dovrebbero verosimilmente verificarsi sulle cime più alte delle Alpi.

Ma attenzione. Da venerdì 1 aprile, con l’ingresso di aria sempre più fredda direttamente dal Polo Nord, la quota scenderà bruscamente. Il meteo volgerà al peggio e la neve cadrà anche sotto i mille metri. Gli accumuli a fine evento potranno risultare importanti sopra i 1.300 metri. Oltre queste quote i meteorologi si attendono 30-40 centimetri di manto bianco. Ci sarà spazio per nevicate anche sugli Appennini, sempre da venerdì 1 aprile, sopra i 1.200 metri.

Meteo, ritorna il freddo

E oltre alle piogge e alle nevicate, questa fase di maltempo farà calare le temperature, quantomeno le massime. I valori termici, attualmente sopra la media stagionale di ben 4 o 5 gradi centigradi, arriveranno a scendere di circa 10 gradi. Nelle ore diurne si attesteranno non oltre i 10-12 gradi, soprattutto al Nord. Al contrario, i valori notturni, a causa della copertura del cielo e dei venti miti di scirocco e libeccio, cresceranno di quasi 8 gradi. Ma, anche sul finale di settimana, le occasioni non mancheranno: l’inizio di aprile, infatti, si preannuncia a tratti perturbato e notevolmente più freddo, con una irruzione artica fino al cuore del mar Mediterraneo. Nell’Europa centrale, occidentale e settentrionale è atteso un vero e proprio colpo di coda dell’inverno, con il ritorno di gelo e neve.

LEGGI ANCHE: Ucraina, la Germania teme un attacco della Russia

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.