"
NewsPrimo piano

Domenica delle Palme, Papa Francesco invoca per Pasqua una tregua in Ucraina

Il Pontefice rivolge il suo, sempre più accorato, appello in occasione dell'omelia nel corso della celebrazione in Piazza San Pietro

Papa Francesco invoca ancora la pace in Ucraina; ed in occasione dell’omelia pronunciata nella Domenica delle Palme, chiede una tregua dalla guerra. Sono parole forti quelle del Santo Padre che ricorda quanto la violenza e le morti di innocenti non possono essere mai giustificate. 

In occasione della Celebrazione Liturgica in Piazza San Pietro per la Domenica delle Palme, Papa Francesco ritorna a rivolgere il suo pensiero all’Ucraina. E dopo le ultime immagini di violenze e massacri di innocenti, il Santo Padre non può che ribadire quanto queste barbarie siano ingiustificate.

Francesco Papa Ucraina Russia

Nella ricorrenza che anticipa la Settimana Santa, Papa Francesco fa un appello accorato e chiede che sia stabilita una tregua dalla guerra in vista della Pasqua. Un’azione con la quale, secondo quanto auspicato dal Pontefice, si possa raggiungere la pace.

L’omelia di Papa Francesco e la condanna alla violenza

Continuare a persistere con la guerra, secondo quanto tiene a ribadire il Pontefice, significa crocifiggere ancora una volta Gesù. “Quando si usa violenza non si sa più nulla su Dio, che è Padre, e nemmeno sugli altri, che sono fratelli. Si dimentica perché si sta al mondo e si arriva a compiere crudeltà assurde“; queste le parole di Papa Francesco durante l’omelia celebrata in occasione della Domenica delle Palme del 10 aprile. Parole forti e precise quelle del Santo Padre che si sofferma con vigore sulle atrocità della guerra in Ucraina e ribadisce: “Sì, Cristo è ancora una volta inchiodato alla Croce nelle madri che piangono la morte ingiusta dei mariti e dei figli. È crocifisso nei profughi che fuggono dalle bombe con i bambini in braccio. È crocifisso negli anziani lasciati soli a morire, nei giovani privati di futuro, nei soldati mandati a uccidere i loro fratelli“.

Papa

Cristo è crocifisso lì, oggi” ribadisce Papa Francesco riportando ancora l’attenzione sulla guerra in Ucraina. Ricorda poi le parole di Gesù sulla Croce pochi istanti prima di morire; il Signora chiede a Dio di perdonare i peccatori che “Non sanno di quello che fanno“. Un modo per ricordare che con Dio esiste sempre la possibilità di tornare a vivere; perché “Cristo continuamente intercede presso il Padre per noi e, guardando il nostro mondo violento e ferito, Gesù non si stanca di ripetere; e noi lo facciamo adesso col nostro cuore, in silenzio, ripetendo con Gesù: ‘Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno’“.

Riporre le armi per costruire la pace

Papa Francesco chiede una tregua in occasione della Pasqua; “Si ripongano le armi” esorta il Pontefice che spera di arrivare alla pace il prima possibile. Tanto che il Santo Padre specifica di auspicare ad una tregua che non serva per “Ricaricare le armi e riprendere a combattere, no. Una tregua per arrivare alla pace, attraverso un vero negoziato, disposti anche a qualche sacrificio per il bene della gente“.

Preghiera contro guerra
Preghiera per la pace in Ucraina @Twitter Papa Francesco

Che vittoria sarà quella che pianterà una bandiera su un cumulo di macerie?“, incalza ancora il Santo Padre prima di volgere alla conclusione dell’omelia. “Nulla è impossibile a Dio; anche far cessare una guerra di cui non si vede la fine, una guerra che ogni giorno ci pone davanti agli occhi stragi efferate e atroci crudeltà compiute contro civili inermi. Preghiamo su questo“. E ricordando l’avvento della Settimana Santa il Pontefice specifica come la Pasqua sia il trionfo di Gesù sul peccato e sulla morte; “Sul peccato e sulla morte, non su qualcuno e contro qualcun altro. Ma oggi c’è la guerra perché si vuole vincere così, alla maniera del mondo perché così si perde soltanto. Perché non lasciare che vinca Lui? Cristo ha portato la Croce per liberarci dal dominio del male, è morto perché regnino la vita, l’amore, la pace“.

Papa Francesco e Roberto Benigni spiegano il Vangelo di Pasqua

Ed in occasione della Pasqua ricordiamo anche un evento importante che coinvolgerà Papa Francesco. Scrive il Messaggero, riportando le parole del Pontefice: “Continuo a consigliare il contatto giornaliero con il Vangelo perché se tu non hai contatto giornaliero con la persona amata, difficilmente potrai amare. L’amore è il contatto continuo, è il parlare continuo, è ascoltare l’altro, guardarlo. L’amore è condividere“. Si tratta dell’introduzione al programma del Dicastero per la Comunicazione con Rai Cultura Volti dei Vangeli; una trasmissione creata in collaborazione con la Biblioteca Apostolica Vaticana e i Musei Vaticani, che andrà in onda su Rai Uno in prima serata proprio nella Domenica di Pasqua, 17 aprile.

Volti dei Vangeli è un programma di Andrea Tornielli e Lucio Brunelli, diretto da Renato Cerisola; con le musiche di Michelangelo Palmacci, la trasmissione raccoglie alcune delle riflessioni di Papa Francesco durante tutto il corso del pontificato. Riflessioni affrontate durante catechesi, omelie, Angelus o altre occasione e dedicate ai Vangeli. La voce di Papa Francesco accompagnerà la visione di scene evangeliche rappresentate da diversi artisti in affreschi, quadri, miniature, codici e sculture, molte delle quali conservate proprio in Vaticano. In occasione della Domenica di Pasqua la puntata, presentata da Monica Maggioni, avrà un contributo speciale che Roberto Benigni ha preparato dedicandolo al volto gioioso di Gesù nel giorno di Pasqua e quindi della Resurrezione.

Papa Francesco Domenica Palme
Papa Francesco in Piazza San Pietro per la Domenica delle Palme (10 aprile 2022)

LEGGI ANCHE: Udienza Generale 6 aprile, Papa Francesco: l’impotenza della Nazioni Unite nella guerra in Ucraina

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button
Privacy