"
Arte e CulturaPrimo piano

Notre-Dame de Paris riprende vita a tre anni dall’incidente

Il 15 aprile ricorrerà il terzo anniversario del terribile incendio

Tre anni il devastante incendio che ha danneggiato una delle cattedrali simbolo della cristianità nel mondo. Oggi Notre-Dame de Paris ha riacquistato parte della sua antica bellezza, grazie ad un lavoro di restauro attento che ha messo a lavoro un esercito di artigiani.

Il 15 aprile del 2019 un incendio di enormi proporzioni ha colpito questo capolavoro dell’arte gotica. Una buona parte dell’edificio ha subito importanti danni. Crollati in quell’occasione buona parte della cornice, del famoso orologio e parte della volta interna, distrutta dalle fiamme, davanti allo sguardo attonito di milioni di persone nel mondo.

Ancora da accerta del tutto le cause che hanno dato vita alle fiamme, a cui hanno assistito in diretta milioni di spettatori.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Travellinder1998 (@travellinder1998)

Torna a vivere Notre-Dame de Paris a tre anni dalle fiamme

Il prossimo venerdì 15 aprile ricorrerà il terzo anniversario dall’incendio che ha interessato Notre-Dame de Paris. Prima dell’incendio, la cattedrale di Parigi contava quasi 12 milioni di visitatori, 2400 messe e 150 concerti ogni anno. Come riporta Ansa, i responsabili del cantiere di restauro hanno dichiarato: “La pulitura dell’interno delle volte, delle pareti e del pavimento – che dovrebbe essere completata a breve, nonché la preparazione delle volte per la loro ricostruzione – hanno riportato la cattedrale al suo biancore originario“.

Il cantiere messo in piedi per il restauro ha potuto fare affidamento su una gara di solidarietà senza precedenti. Le donazioni hanno toccato un picco di 844 milioni di euro, giunti da ogni parte del mondo. I restauratori si sono posti l’obiettivo di fissare la riapertura al pubblico della cattedrale per il 2024, anno in cui sono fissati i Giochi Olimpici di Parigi. Un capitolo aperto è ancora quello che riguarda le cause che hanno scatenato le fiamme. Gli inquirenti, però, continuano a pensare che è più probabile che sia accaduto tutto in maniera accidentale e tendono ad escludere l’ipotesi di atto doloso.

A giugno del 2019, al termine dell’inchiesta preliminare, il procuratore di Parigi Rémy Heitz aveva confermato di favorire l’ipotesi di un incidente. L’ipotesi più probabile è quella di un guasto elettrico o di una sigaretta spenta male. Una fonte vicina ha dichiarato al France Presse che le cause sono da considerarsi “al 99% accidentali“. Intanto sono molte le manifestazioni che tendono a ricordare in tv o al cinema il terribile incidente. Domani alle 15.25 su RAI3 andrà in onda il reportage Passione, di Padre Enzo Fortunato e Simona Vanni sulle tracce delle reliquie della Santa Croce.

LEGGI ANCHE: Attacco nella metro di New York, c’è un sospettato: “Ha sparato 33 colpi”

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy