La “Nostalgia” di Martone e Favino conquista Cannes: standing ovation in sala

Dopo “Le otto montagne” è approdato sulla Croisette il secondo dei film italiani in concorso per la Palma d’Oro

L’ottava giornata del 75° Festival di Cannes ha assistito alla premiere di Nostalgia, l’ultimo lungometraggio targato Mario Martone. In concorso per la Palma d’Oro, il film arriva ad alcuni giorni di distanza da Le otto montagne, che ha riunito la coppia Alessandro Borghi e Luca Marinelli.

La “Nostalgia” di Martone e Favino conquista Cannes: standing ovation in sala

Ancora una volta, l’Italia torna protagonista sulla Croisette. Ieri sera è stato proiettato in anteprima mondiale, presso il Grand Theatre Lumiere di Cannes, Nostalgia di Mario Martone. Presenti all’evento lo stesso regista partenopeo insieme al cast, composto da Pierfrancesco Favino, Sofia Eissaidi e Francesco Di Leva, tra gli altri. Nel giorno che ha preceduto l’arrivo dei Maneskin sul red carpet, che oggi saranno tra i protagonisti indiscussi della kermesse, il nostro Paese raggiunge un nuovo traguardo. L’ultima fatica cinematografica di Martone ha infatti ottenuto una standing ovation di nove minuti al termine della proiezione.

Nostalgia

Nostalgia favorito per la Palma d’Oro a Cannes 2022? Il successo dopo la proiezione

Basato sull’omonimo romanzo del 2016 di Ermanno Rea, Nostalgia sembra aver convinto l’intera platea presente in sala, che ha tributato un’ovazione di nove minuti. Ma è troppo presto per cantare vittoria: già nella scorsa edizione anche Tre Piani di Nanni Moretti ha ottenuto un simile risultato, venendo poi battuto dal Titane di Julia Ducournau. Da oggi 25 maggio, tuttavia, anche il pubblico italiano potrà valutare in prima persona: la pellicola è finalmente approdata nelle sale nostrane.

Faccio molta fatica a parlare in termini razionali di questo film – ha affermato Pierfrancesco Favino all’ANSA, proseguendo – è stata per me una esperienza estremamente viscerale.Nostalgia segue le vicende di Felice Lasco (Favino), un uomo che dopo quarant’anni di lontananza farà ritorno a Napoli per accudire la madre, malata terminale. L’arrivo nella città partenopea e nel suo vecchio quartiere, il rione Sanità, lo porterà a fare i conti con il suo passato e, soprattutto, con l’amico di vecchia data, Oreste (Tommaso Ragno) detto Malommo. In particolar modo, i due si troveranno ad affrontare un segreto che ne ha compromesso per sempre il rapporto.

Prodotto da Picomedia, Mad Entertainment in collaborazione con Medusa, Nostalgia è da oggi disponibile in sala, in 450 copie. Anche in questa edizione, dunque, l’Italia riesce ad imporsi come una delle protagoniste indiscusse del Festival. Dopo un periodo di crisi dell’audiovisivo, con conseguente rallentamento delle produzioni per via dell’emergenza sanitaria, la settima arte è rinata. Lo ha confermato lo stesso delegato generale della kermesse, Thierry Fremaux che, sul palco ha affermato a gran voce: “Non stiamo celebrando il passato ma il futuro. Il cinema non è morto, il cinema è vivo, è qua.”

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Festival de Cannes (@festivaldecannes)

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.