Calciopoli – Anatomia di un processo, In arrivo su History Channel la maxi-inchiesta giudiziaria

In onda questa sera e domani 30 maggio alle 21 in esclusiva il documentario sul processo penale a Luciano Moggi, direttore generale della Juventus

Mentre l’Italia si preparava ai Mondiali del 2006, il mondo del calcio italiano è stato scosso dallo scandalo Calciopoli. Nel maggio a campionato non ancora concluso la Juventus diventa uno dei cinque club legati allo scandalo.

Calciopoli – Anatomia di un processo, In arrivo su History Channel la maxi-inchiesta giudiziaria
Luciano Moggi @ANSA

I danni causati dallo scandalo di Calciopoli che ha visto coinvolta la Juventus F.C. e, in particolare, il suo direttore generale, Luciano Moggi, sono stati molteplici. Non solo un danno all’immagine del club che si era sempre contraddistinto per eleganza e blasone. La Juventus F.C viene, inoltre, privata dello scudetto del 2005, vinto sotto la guida di Fabio Capello, mentre quello del 2006 viene assegnato d’ufficio all’Inter. Successivamente, a questo si aggiunge anche la retrocessione – per la prima volta nella storia del club – in Serie B.

Calciopoli - VelvetMag
Luciano Moggi @ANSA

Dopo la retrocessione in Serie B, molti giocatori chiave lasciano il club: Thuram, l’attaccante Zlatan Ibrahimović e il difensore Fabio Cannavaro. Tuttavia, altri grandi nomi come Del Piero, Buffon, Trezeguet e Nedvěd restano per aiutare il club a tornare in Serie A. Mentre, i giovani della Primavera, come Sebastian Giovinco e Claudio Marchisio, si integrano nella prima squadra. La Juventus F.C., pur partendo dalla Serie B con dei punti di penalizzazione, alla fine del campionato riesce a ritornare in Serie A.

Cosa racconterà Calciopoli – Anatomia di un processo?

La vicenda della maxi-inchiesta giudiziaria racconterà le vicende a partire dal 24 marzo 2009 quando nell’aula 216 del Tribunale di Napoli si entra nel vivo del processo Calciopoli. I principali imputati sono il direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, i designatori arbitrali, Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto, e l’arbitro Massimo De Santis. Il mondo del calcio è sotto accusa per reati gravissimi. Il capo di imputazione più pesante è quello di associazione per delinquere. A sostenere la tesi accusatoria, in aula, è il pubblico ministero Giuseppe Narducci.

Calciopoli - VelvetMag
Luciano Moggi @ANSA

La produzione originale in due parti Calciopoli – Anatomia di un processo, andrà in onda a partire da questa sera, 29 maggio e continuerà anche domani 30 maggio alle 21.00 in esclusiva su History Channel. Ricostruisce, per la prima volta, la genesi del procedimento e poi del processo, sfruttando il punto di vista del magistrato Narducci. Il magistrato, insieme ai colleghi napoletani e ai carabinieri di Roma, ha scoperchiato l’organizzazione che ha saputo condizionare il calcio professionistico italiano nella stagione 2004-2005, ma le cui tracce vengono già trovate a partire dalla stagione 1999-2000.

Chi saranno i protagonisti di questo doppio appuntamento su History Channel?

Tra i protagonisti del racconto anche uno dei due designatori accusati, Paolo Bergamo, gli avvocati difensori di Luciano Moggi, Paolo Trofino e Maurilio Prioreschi, l’ex addetto agli arbitri del Milan coinvolto nello scandalo, Leonardo Meani, il direttore del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni e Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, bandiera e poi presidente dell’Inter.

Calciopoli - VelvetMag
Ivan Zazzaroni @ANSA

Attraverso gli atti processuali – filmati delle partite incriminate, verbali, informative dei Carabinieri, intercettazioni, testimonianze in aula, foto dei pedinamenti – viene ripercorsa la battaglia processuale. Grazie alle interviste ad alcuni protagonisti il magistrato Narducci ha analizzato e poi dimostrato l’esistenza di una associazione che alterava i campionati, controllava le carriere di arbitri, dirigenti e giornalisti con un solo scopo ben preciso: conservare e ampliare il potere dell’organizzazione stessa. Per la prima volta si racconta sul piccolo schermo una delle pagine più nere del calcio italiano: il 29 e 30 maggio con un doppio appuntamento sul canale 144 di Sky!

  • Cinema e tv La Capitale è, ormai, la sua casa. Si è laureata all'Università La Sapienza in Comunicazione, Tecnologie e Culture digitali e sempre a Roma frequenta la magistrale in Media, Comunicazione digitale e Giornalismo. Scrive di cinema e di serie tv dal 2016: i suoi film preferiti sono Colazione da Tiffany e qualsiasi cosa riguardi il mondo MCU. La sua serie preferita? Una per ogni fase della vita, da Glee a Better Call Saul. Si dedica sia su VelvetMAG che su VelvetGossip a tutti gli aspetti della Settima Arte e della serialità televisiva, sia nostrani che internazionali.
  • Segui Lidia su Instagram
  • Segui Lidia su Facebook