Principe William, qualcosa non va alle prove del “Trooping the Colour”: il cavallo era drogato

Ad affermarlo sarebbero stati alcuni militari presenti all’evento. La notizia è rimbalzata immediatamente sui tabloid britannici

Nella giornata di ieri hanno fatto il giro del mondo le immagini del principe William che ispezionava le truppe per la preparazione al Trooping the Colour. Per la prima volta in assoluto, infatti, il duca di Cambridge prenderà il posto della regina Elisabetta all’evento. Ma i media britannici hanno rivelato che qualcosa non è andata per il verso giusto con il suo cavallo.

Principe William, qualcosa non va alle prove del “Trooping the Colour”: il cavallo era drogato
Ansa

Come riporta il Daily Mail i veterani militari hanno affermato che il cavallo del principe William sembrava drogato durante le prove. Il duca di Cambridge, infatti, si è preparato per la parata annuale che avrà luogo per i festeggiamenti del Giubileo di Platino della regina Elisabetta, il Trooping the Colour.

Ansa

Il duca di Cambridge ha effettuato le prove a dorso di un cavallo nero della Household Division, di nome George. Come prevede la cerimonia, infatti, ha eseguito l’ispezione pratica – nota come Colonel’s Review – nel centro di Londra. Ma a molti non è passato inosservato l’atteggiamento del cavallo affidato a William.

Prove del Trooping the Colour: il cavallo del principe William era drogato?

A ben osservare i video in cui il principe William ispeziona le truppe a cavallo, si nota che il destriero è abbastanza mansueto. Questo atteggiamento ha fatto sorgere molti dubbi. Così una fonte anonima ha rivelato al Daily Mail: “Il cavallo di William sembra drogato. La sua testa è sul pavimento. È una vergogna”. Interrogato dalla stampa, il portavoce di Clarence House ha rifiutato di commentare.

Ansa

Per l’evento, il principe William ha indossato la sua uniforme militare rossa e blu ornata di medaglie, che ha abbinato al tradizionale cappello di pelle d’orso. Anche il suo cavallo era stato abbellito con le insegne cerimoniali. Dopato o meno che fosse, però, George appartiene ad una scuderia selezionata in cui tutti i cavalli vengono sottoposti a un addestramento speciale in modo che siano insensibili al rumore e al traffico. Si tratta, infatti, di cavalli adatti alle parate, che devono anche stare a proprio agio pur rimanendo fermi per lunghi periodi e abituarsi a portare un peso maggiorato.

Ansa

Per la prima volta quest’anno il principe Carlo, il principe William e la principessa Anna parteciperanno attivamente alla parata come colonnelli delle guardie gallesi, delle guardie irlandesi e dei Blues and Royals. Solo il duca di Cambridge, però, è stato avvistato alla prova di ieri, che è andata senza intoppi, a differenza di quanto era accaduto nella scorsa settimana, quando era caduta una parte della tribuna spettatori.

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.