Il Regno Unito invia i migranti in Ruanda: per il principe Carlo è ‘spaventoso’

Le affermazioni del principe di Galles potrebbero creare una frattura tra la Corona e il Governo

I media britannici riportano in queste ore che il principe Carlo ha definito “spaventoso” il programma di asilo del Regno Unito in Ruanda. L’erede al trono, infatti, avrebbe espresso la propria opinione, che potrebbe influenzare il vertice del Commonwealth. Non è la prima volta in cui il principe di Galles sfrutta la propria posizione per esprimere idee politiche.

Il Regno Unito invia i migranti in Ruanda: per il principe Carlo è ‘spaventoso’
Ansa

La sua posizione potrebbe influenzare le decisioni del governo britannico. Finora la Famiglia Reale ha sempre tenuto una distanza di sicurezza dalle questioni politiche. Il compito della Corona, infatti, non prevede una presa di posizione sulle vicende e le decisioni del governo, se non in situazioni straordinarie.

Ansa

I giornali, invece, riportano la notizia secondo cui il principe Carlo avrebbe descritto in privato i piani del governo britannico di deportare i richiedenti asilo in Ruanda come “spaventosi”. Si prevede, infatti, che il primo volo che porterà i rifugiati nel paese dell’Africa orientale debba partire la prossima settimana.

Il principe Carlo critica le scelte del governo inglese

Alcuni tra i maggiori media inglesi, il Daily Mail ed il Times, riportano oggi la notizia delle opinioni poco discrete sulla politiche che il principe Carlo avrebbe esternato. L’erede al trono britannico avrebbe criticato le scelte del governo guidato da Boris Johnson. Secondo quanto riferito dalle fonti, infatti, il principe di Galles sarebbe preoccupato che la mossa politica deliberata in materia di asilo possa oscurare il vertice del Commonwealth in Ruanda dove dovrebbe rappresentare sua madre, la regina Elisabetta, alla fine di questo mese.

Ansa

Secondo il Times il principe Carlo ha detto che era più che deluso dalla politica. Ha dichiarato che pensa che l’intero approccio del governo sia spaventoso. Era chiaro che non era colpito dalla direzione di marcia del governo”. Clarence House non ha ancora commentato la notizia, negando fortemente tutto come ci si potrebbe aspettare. Un portavoce del principe, interpellato dai quotidiani, infatti, non ha negato il fatto che il principe abbia espresso in privato opinioni personali sulla politica.

Ansa

Il portavoce ha dichiarato: “Non commenteremo le presunte conversazioni private anonime con il principe se non per ribadire che rimane politicamente neutrale. Le questioni di politica sono decisioni per il governo“. Il governo britannico ha annunciato ad aprile di aver raggiunto un accordo per inviare migliaia di richiedenti asilo in Ruanda. In queste settimane gli avvocati di almeno 100 di questi rifugiati interessati dalla manovra hanno presentato ricorsi per chiedere di rimanere nel Regno Unito. Almeno una trentina di rifugiati potrebbero partire per il Ruanda già la prossima settimana.

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.