Viaggio a sorpresa, ovvero la “strana coppia” Lino Banfi e Ronn Moss

Uscito nelle sale pochi giorni fa, il film vanta un inedito duo d’eccezione che prospetta diverse sorprese, come il titolo lascia intendere

Di recente approdato in sala, Viaggio a sorpresa ha attirato l’attenzione per l’insolito duo composto da Lino Banfi e Ronn Moss. Il film, che segna il debutto alla regia di Roberto Baeli, è incentrato sulle vicende di un broker newyorkese (Moss) che deciderà di acquistare una masseria in Puglia.

Viaggio a sorpresa, ovvero la “strana coppia” Lino Banfi e Ronn Moss
Credits: Ronn Moss/Instagram

Una nuova, insolita, coppia si è impadronita a partire dall’8 giugno del grande schermo. Da una parte Lino Banfi, intramontabile Oronzo Canà divenuto poi il nonno d’Italia grazie a Un medico in famiglia; dall’altra, invece, colui che per venticinque anni ha rivestito i panni di Ridge Forrester in Beautiful. Un incontro inusuale tra due realtà apparentemente parallele che ha portato, di recente, alla realizzazione di Viaggio a sorpresa. Dalla “grigia” Wall Street fino alla pugliese Fasano, il film trasporta lo spettatore nell’incontro-scontro tra due mondi, con in serbo diverse sorprese.

Viaggio a sorpresa
Credits: Ronn Moss/Instagram

Viaggio a sorpresa funziona? Di cosa parla il film con Lino Banfi e Ronn Moss

La vicenda raccontata in Viaggio a sorpresa è incentrata sul personaggio di Michael (Ronn Moss), un ricco broker newyorkese deciso a dare una svolta alla sua vita. Per questo motivo, deciderà di acquistare una masseria in Puglia. La decisione lo spingerà ad intraprendere un viaggio oltreoceano per risolvere diverse questioni burocratiche in seguito all’acquisto dell’immobile. Giunto a Fasano, troverà una situazione inusuale che lo porterà a scontrarsi con una particolare famiglia autoctona, capitanata da niente meno che Don Antonio (Lino Banfi). Tra equivoci e alti e bassi, Michael troverà inoltre inaspettatamente l’amore in una donna del posto.

Viaggio a sorpresa
Screenshot dal trailer

La nuova commedia, distribuita in Italia da Minerva Pictures, si prefigge lo scopo di giocare con lo stereotipo dell’americano in fuga nel Bel Paese. In tal senso, si offre con un doppio registro che cerca di trovare un equilibrio tra il comico e il dissacrante, con un aggiunta di crime. Molta attenzione è data ai due interpreti, rappresentati delle due realtà (apparentemente) antitetiche, ovvero Lino Banfi e Ronn Moss. Se il primo, da un lato, pur rimanendo nel suo stile, riesce a toccare atmosfere anche più impegnative senza rinunciare alla sua passione, il secondo sembra non riuscire a distaccarsi dal suo ruolo “ingessato” di Ridge (sebbene sia ormai uscito da dieci anni dalla celebre soap statunitense). Quella “sorpresa” prospettata nel titolo non pare dunque realizzarsi appieno.

Viaggio a sorpresa
Screenshot dal trailer

Viaggio a sorpresa, oltre ai due celebri interpreti, vanta nel proprio cast anche Mayra Pietrocola, Yoon C. Joyce, Marit Nissen, Paolo Sassanelli, Pietro Genuardi, Giuseppe Nardone, Giulia Melis, Fabio Giacobbe, Totò Onnis e Ubaldo Sgura. La sceneggiatura è curata dallo stesso regista Roberto Baeli, insieme a Pietro Genuardi e Fabio Cursio Giacobbe e nasce da un soggetto di Tiziano Cavaliere, Pietro Genuardi e Ronn Moss.

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.