NewsPoliticaPrimo piano

Ballottaggi, il Centrosinistra vince e si prende anche Verona, Parma e Catanzaro

Le coalizioni a guida dem battono il Centrodestra anche a Monza, Piacenza e Alessandria. Ma perdono a Lucca, Sesto San Giovanni e Frosinone

Ai ballottaggi per le elezioni comunali il Centrosinistra vince nelle principali città capoluogo sui 65 comuni al voto. Il Centrodestra si rivela diviso, non sfonda, anzi perde un roccaforti come Verona e Catanzaro.

Questa è la fotografia che viene fuori dai primi scrutini. “Il commento è che alla fine paga la linearità e la serietà” dice il segretario Dem Enrico Letta. “Vinciamo perché la responsabilità è più importante di tutto, in questo momento difficile serve una politica che sia seria e lineare. Il campo largo è stato preso in giro ma questa strategia paga. Perde male il Centrodestra per scelte incredibili, scegliendo fuoriusciti del Centrosinistra, penso a Catanzaro“.

ballottaggi verona
Foto Ansa/Caudio Martinelli

I ballottaggi a Verona e Catanzaro

Damiano Tommasi, del Centrosinistra, ex calciatore della Roma e della Nazionale, è il nuovo sindaco di Verona. Alla chiusura dello scrutinio ha conquistato il 53,34% dei consensi nel ballottaggio, contro Federico Sboarina (Centrodestra), ex sindaco, fermatosi al 46,66%. Il Centrosinistra non conquistava la maggioranza e la poltrona di sindaco a Verona da 15 anni. All’angolo opposto del Paese, a Catanzaro, Nicola Fiorita del Centrosinistra sovverte ogni pronostico e diventa il nuovo primo cittadino. Il candidato del PD, del Movimento Cinque Stelle e di alcune liste civiche ha vinto con una percentuale del 58,24% superando con ampio margine il suo avversario, Valerio Donato. Quest’ultimo è espressione di un’aggregazione politica e civica – che ha visto insieme Centrodestra e Centrosinistra – si è fermato al 41,41%.

Monza, Centrodestra ko nonostante la serie A di Berlusconi

Paolo Pilotto è il nuovo sindaco di Monza. Il candidato del Centrosinistra ha sconfitto al ballottaggio il candidato del Centrodestra, e primo cittadino uscente, Dario Allevi. Pilotto ha recuperato 7 punti percentuali di svantaggio in due settimane. Nessun effetto Silvio Berlusconi: che ha chiuso la campagna elettorale ricordando la promozione della squadra cittadina in serie A, il suo ultimo successo sportivo.

Fiorita ballottaggi
Nicola Fiorita, neo sindaco di Catanzaro

Lucca, Centrosinistra sconfitto

È Mario Pardini, candidato unitario del Centrodestra, il nuovo sindaco di Lucca dopo un lungo testa a testa contro il candidato del Centrosinistra, Francesco Raspini. Pardini, imprenditore, ex presidente di Lucca Crea (la società partecipata che organizza il Lucca Comics and games), si è imposto con il 51% davanti al suo avversario, assessore comunale uscente che aveva chiuso in testa il primo turno con il 42,65%.

Piacenza e Parma di nuovo a sinistra

Il PD e il Centrosinistra riconquistano Piacenza. La consigliera regionale Katia Tarasconi ha vinto infatti il ballottaggio contro la sindaca uscente, Patrizia Barbieri del Centrodestra. Tarasconi era già in vantaggio, di due punti, dopo il primo turno. Un margine consolidato e ampliato al ballottaggio che l’ha eletta. A scrutinio ancora da ultimare Tarasconi è attorno al 53%.

Tarasconi sindaca Piacenza
Katia Tarasconi, eletta a Piacenza

A Parma Michele Guerra è il nuovo primo cittadino. Il candidato del Centrosinistra, con lo scrutinio quasi ultimato, è infatti saldamente in testa – attorno al 65% – rispetto al suo sfidante, l’ex sindaco Pietro Vignali, sostenuto dal Centrodestra. Guerra è in continuità col suo predecessore Federico Pizzarotti, di cui era assessore alla Cultura. Nella coalizione di Guerra c’è anche il PD: il principale partito di Centrosinistra torna a far parte della maggioranza che governa Parma dopo 24 anni di opposizione. “È un grande risultato di un progetto coeso che non deluderà la città“, ha detto.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button