Primo pianoShowbiz

Terza Guerra Mondiale, la profezia di Baba Vanga: “L’escalation della Corea del Nord…”

I timori dei giorni precedenti del Giappone erano del tutto fondati e la conferma è arrivata il 28 novembre, quando Kim Jong-un ha eseguito un nuovo test missilistico, perfettamente riuscito. Il dittatore della Corea del Nord ha esultato al nuovo lancio ed è riuscito a dimostrare agli Stati Uniti d’America e al presidente Donald Trump che è in grado di colpirli. Ora tutti i timori sono puntati sulla reazione di Trump e sull’eventualità che possa scoppiare una Terza Guerra Mondiale.

Dopo questi ultimi avvenimenti la profezia sull’inizio di una Terza Guerra Mondiale della veggente cieca dei Balcani, Baba Vanga, è stata ripresa in considerazione. Baba Vanga, morta nel 1996, avrebbe lasciato un elenco di eventi, che sarebbero accaduti dopo la sua morte e tra questi ci sarebbe la previsione dell’attacco alle Torri Gemelle, 11 settembre 2001, e gli attacchi terroristici in Europa. Tra questo elenco compare l’annuncio della Terza Guerra Mondiale, che secondo la veggente dovrebbe scoppiare nel 2017. Il sito spagnolo El Diario de New York ha ripreso le previsioni fatte da Baba Vanga, che si sono rivelate essere vere, visto che si sono verificate. Anche il The Mirror riporta come veritiere le previsioni fatte da Vangelia Pandeva, nome di battesimo, che avrebbe previsto la Brexit e gli attacchi con armi chimiche in Medio Oriente, avvenuti in Siria.

La profezia, che in questo momento, è tornata in voga e che sta impaurendo molti, sarebbe la numero 45 e riguarda anche il presidente Donald Trump: “Ognuno ha messo le proprie speranze su di lui per porre fine alla crisi, ma accadrà il contrario e i conflitti tra gli stati del Nord e del Sud subiranno un’escalation“. Il sito spagnolo, El Diario de New York, ha ipotizzato che la veggente si riferisse alla Corea del Nord e Corea del Sud; inoltre aggiunge il sito, che tra l’elenco lasciato da Baba Vanga, la donna avrebbe annunciato: “I tentativi di assassinio di quattro capi di stato attorno al 2010 sarebbero poi diventati l’inizio di una delle cause di questa grande guerra“, alcuni hanno interpretato le parole lasciate dalla veggente come veritiere e sostengono che i fatti si sono verificati con la cosiddetta Primavera Araba e con le morti di Hamas Mahmoud al-Mabhouh, ucciso a Dubai nel 2010; Lech Aleksander Kaczynski, presidente polacco morto nel 2010 per un incidente aereo; Muammar Gheddafi, ucciso nel 2011 e Saddam Hussein, morto nel 2006.

Baba Vanga ha anche ipotizzato che Trump, rischierebbe di essere ucciso; ma la veggente dei Balcani ha lasciato uno spiraglio di speranza. Infatti, secondo il suo testamento di profezie, lo scoppio di una Terza Guerra Mondiale non segnerà la fine del Mondo, che è stata prevista per il 2341, dopo una serie di catastrofi naturali, causate dall’uomo e dai danni ambientali che ha provocato lui stesso. Bisogna crederci o non crederci? Sicuramente gli ultimi avvenimenti danno ampio spazio a timori e paure.

Terza Guerra Mondiale, la profezia di Baba Vanga: “L’escalation della Corea del Nord”

LEGGI ANCHE: PATRIARCA DI MOSCA: “LA FINE DEL MONDO È PIÙ VICINA DI QUANTO SI PENSI”

Photo Credits Facebook

Back to top button
Privacy