Battesimo Louis: assente la Regina Elisabetta! Ecco chi sono padrini e madrine

Oggi, lunedì 9 luglio, è il giorno del battesimo di Louis Arthur Charles, il figlio terzogenito di William e Kate nato lo scorso 23 maggio. Grandi assenti la Regina Elisabetta e suo marito Filippo. Intanto, sono stati svelati ufficialmente i nomi dei padrini e delle madrine, che non saranno però Harry e Meghan Markle. Ecco chi sono…

Ci siamo: oggi, lunedì 9 luglio, si tiene il battesimo di Louis Arthur Charles, il terzo figlio del duca di Cambridge William e della duchessa Kate Middleton, nato lo scorso 23 maggio. La cerimonia, officiata dall’arcivescovo di Canterbury, il reverendo Justin Welby, si tiene alle ore 16 nella Cappella Reale del St. James’s Palace di Londra, la stessa dove fu battezzato il primogenito George.

Nelle scorse ore la ‘BBC’ ha annunciato che alla cerimonia non prenderanno parte la Regina Elisabetta e suo marito Filippo. L’annuncio dell’assenza di Sua Maestà ha messo in ansia i sudditi britannici, preoccupati per le condizioni di salute della sovrana che già alcuni giorni fa era stata costretta ad annullare un suo impegno pubblico. Da Buckingham Palace, però, avrebbero fatto sapere che si tratta di una decisione già presa “qualche tempo fa”, non dovuta a motivi di salute della regina o del duca di Edimburgo.

Intanto, sono stati svelati ufficialmente i nomi dei padrini e dei madrini di Louis, che non saranno Harry (che al nipote avrebbe regalato una prima copia di Winnie The Pooh del valore di 8mila sterline) e Meghan Markle. Si tratta di Nicholas van Cutsem (amico d’infanzia del duca di Cambridge), Guy Pelly (amico intimo di William e Harry, già padrino di George), Harry Aubrey-Fletcher (compagno di college di William), Lady Laura Meade (lontana cugina della Duchessa di Cornovaglia e moglie di James Meade, padrino della principessa Charlotte), Hannah Carter (compagna di college di Kate) e Lucy Middleton (cugina della duchessa di Cambridge).

LEGGI ANCHE: ROYAL BABY, LE ULTIMISSIME SUL BATTESIMO DEL PRINCIPE LOUIS DI CAMBRIDGE

Photo credits: Facebook

Comments

comments