Trovata morta sulla spiaggia di Latina: FOTO e cause agghiaccianti

Si tratta di un ritrovamento inquietante, quello fatto nelle ore scorse sulla spiaggia di Latina. Creatura trovata morta: scoperte le cause agghiaccianti. Il triste avvistamento fatto da pochissimo dimostra che la vittima è una giovane Tartaruga Marina, trovata priva di vita sulla costa della provincia laziale. Gli esperti hanno rinvenuto il corpo senza vita dell’animale e immediatamente dopo hanno scoperto il motivo terribile, che ha causato il decesso.

L’immagine dell’animale senza vita, ha fatto il giro del web ed è divenuta l’ennesima testimonianza dei terribili disastri causati dall’inquinamento. Gli esperti che hanno fatto le indagini sul corpo senza vita, della creatura trovata già morta, hanno infatti dedotto che il decesso è stato causato per soffocamento da plastica.

Tartaruga morta a causa della plastica in mare

Ormai gli episodi di animali marini trovati privi di vita a causa delle tonnellate di plastica in mare, sono diventati innumerevoli. Molteplici i casi di cetacei, anche di grosse dimensioni e di tartarughe Carretta Carretta. La Tartaruga marina trovata morta al lido di Latina, soffocata dalla plastica, è purtroppo solo l’ennesima vittima che si aggiunge ad una lunga lista. 

Loading...

Il triste ritrovamento

Trovata nei pressi dello stabilimento “lido del sandalo”, la tartaruga Carretta Carretta, morta a Latina si trovava vicina alla riva. Alcuni residenti della zona, che stavano facendo una passeggiata in spiaggia, hanno visto l’animale e immediatamente hanno contattato la Polizia locale. La creatura lunga circa un metro, era già morta quando è stata ritrovata. Si suppone si tratti di soffocamento dovuto all’ingerimento di plastica. Sul corpo della tartaruga infatti, non erano presenti ferite o altre ecchimosi, che potrebbero far supporre altre cause del decesso. (Continua dopo la foto)

Photo Credits Facebook

Aumenta il numero degli esemplari spiaggiati a causa dell’inquinamento

E’ stato trovato morto in spiaggia un esemplare di Capodoglio. L’animale spiaggiato lungo la costa del palermitano, per l’esattezza a Lascari, è stato ritrovato senza vita a causa di un evento agghiacciante. A diffondere le immagini e a lanciare l’allarme scioccante è l’associazione Greenpeace, che da anni si batte per la salvaguardia dell’ambiente e degli animali che popolano il Pianeta.

Allerta inquietante

L’allerta è davvero inquietante. Secondo quando afferma Greenpeace: “Le indagini sono appena iniziate e non sappiamo ancora se sia morto a causa della plastica ingeritama non possiamo certo far finta che non stia succedendo nulla”. Nello stomaco dell’animale sono stati trovati infatti diversi chilogrammi di plastica, che il cetaceo avrebbe inghiottito, durante la sua permanenza in mare.

Il pericolo causata dall’inquinamento

Ormai i casi di inquinamento nelle acque nazionali, sono sempre più frequenti. Sempre di più gli esemplari che perdono la vita a causa delle tonnellate di plastica, che navigano indisturbate nei mari. Giorgia Monti, responsabile campagna Mare di Greenpeace Italia ha affermato: “Sono ben cinque i capodogli spiaggiati negli ultimi cinque mesi sulle coste italiane. Nello stomaco della femmina gravida ritrovata a marzo in Sardegna sono stati trovati addirittura 22 kg di plastica. Il mare ci sta inviando un grido di allarme, un SOS disperato. Bisogna intervenire subito per salvare le meravigliose creature che lo abitano”.

LEGGI ANCHE: Trovato morto lungo la costa salentina: la causa è agghiacciante [FOTO]

Comments

comments

Loading...