"
Healthy & Beauty

Florida, uomo ucciso da “batteri mangiacarne” in acqua. Ecco cosa è successo

Dalla Florida arriva la triste storia di Dave Bennet, che è stato ucciso da alcuni batteri “mangia-carne”. Ecco cosa è successo davvero.

Batteri mangia-carne uccidono uomo in 48 ore

Sembra una storia di fantasia, ma purtroppo non lo è per nulla quella di Dave Bennet, l’uomo che in Florida è stato letteralmente fatto fuori da alcuni batteri “mangia-carne”. A raccontare i dettagli della storia è stata la figlia della vittima, Cheryl, che anche condiviso un’immagine della macchia nera che è spuntata al padre.

I fatti risalgono a circa una decina di giorni fa, quando Dave e la figlia Cheryl si trovavano sulle spiagge della Florida, precisamente a Destin. Poche ore dopo l’uomo, che in passato era stato sottoposto ad alcune cure per un tumore, ha accusato febbre alta, crampi e brividi diffusi.

(Photo Credits: Corriere della Sera)

Appena giunto in ospedale i medici hanno visto la macchia nera e hanno subito capito che si trattasse di una grave infezione. Purtroppo, però, a situazione è degenerata in fretta e nel giro di 48 ore Dave Bennet è morto.

Gli esami eseguiti in seguito hanno svelato che era stato colpito da un infezione causata da batteri “mangia-carne”. Si tratta nello specifico della fascite necrotizzante causata dai batteri Vibrio Vulnificus che molti ritengono essere quasi una leggenda.

 

Le dichiarazioni della figlia sull’accaduto

La figlia Cheryl, che ha raccontato ai giornali e sui media la sua esperienza, ha rilasciato questa dichiarazione, che esprime tutta la rabbia e il dolore per l’accaduto:

Pensavo che i batteri mangia-carne fossero una leggenda, ma non è così. Il batterio ha completamente distrutto mio padre in appena 48 ore. Purtroppo non c’è abbastanza educazione sui batteri che si trovano nell’acqua. Dovrebbero esserci cartelli segnaletici in ogni spiaggia, in ogni città e parco statale per avvisare che a causa di questi parassiti persone con ferite aperte o sistemi immunitari compromessi non dovrebbero entrare.

LEGGI ANCHE: Metabolismo lento, alcuni trucchetti per risvegliarlo

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy