Beauty

Caffè nuova scoperta scientifica: rischio di infarto per chi lo beve a colazione senza mangiare nulla

Una scoperta scientifica che riguarda il caffè è stata recentemente pubblicata. Secondo i ricercatori c’è rischio di infarto per chi lo beve a colazione. Ecco tutti i dettagli della ricerca.

Caffè, a rischio chi lo beve a colazione senza mangiare

Prendere un caffè la mattina appena svegliati è un’abitudine che accomuna moltissimi italiani e non solo. Si tratta, infatti, di una pratica che ci rende simili a molte altre culture nel resto del mondo.

Alcuni, però, rendono “cattiva” questa abitudine non accompagnando la colazione con qualcosa si solido, ma limitandosi a prendere solamente un caffè. Secondo i risultati di una recente ricerca scientifica, però, questa cattiva abitudine porrebbe addirittura il rischio di infarti dietro l’angolo. Vediamo meglio perché.

Quante volte abbiamo sentito dire che “la colazione è il pasto più importante di tutta la giornata!” ?. Eppure in tantissime persone permane la scorretta usanza di uscire di casa dopo aver preso soltanto un caffè al volo. Ma prendere solo un caffè al mattino, non solo non fornisce al corpo le energie necessarie al risveglio, ma mette e dura prova la salute del cuore.

Rischi per il cuore, ecco come evitare

Bere il caffè al mattino? Si. Bere soltanto quello? No. La ricerca è molto chiara a tale proposito.

Secondo il recente studio, infatti, è stato dimostrato che le persone che fanno una colazione abbondante sono meno soggette a sviluppare rigidità arteriosa.

I risultati evidenziano che la rigidità arteriosa era anormale nel 15% delle persone che non facevano colazione. Ed è emerso, inoltre, che chi non faceva colazione era soggetto ad un numero maggiore di placche ateromatose (28%).

Colesterolo, i 4 alimenti che lo abbassano: è dimostrato

Le placche, per essere espliciti, sono causate da alcune sostanze, fra le quali principalmente il colesterolo in eccesso, che si depositano sulle pareti delle arterie. Accumulandosi, tali sostanze creano appunto queste placche che si induriscono e ostruiscono i vasi. Tutto ciò, dunque, aumenta il rischio di sviluppare infarti nel corso della vita.

Ecco cosa ha dichiarato Sotirios Tsalamandris, autore dello studio:

Fare una colazione che costituisca più del 20% delle calorie ingerite al giorno potrebbe essere di un livello pari o addirittura superiore alla dieta di una persona, sia che segua la dieta mediterranea, una dieta povera di grassi o altre forme di dieta.

LEGGI ANCHE: Florida, uomo ucciso da “batteri mangiacarne” in acqua. Ecco cosa è successo

Roberta Gerboni

Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all’ Università degli Studi di Siena a seguito di una laurea triennale in Lettere conseguita a Catania. Giornalista pubblicista da aprile 2015, ha collaborato per tre anni presso la Redazione del Corriere di Gela, settimanale presso cui ha svolto il periodo di tirocinio per la professione giornalistica. In seguito si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità, per approdare a VelvetMag nel 2019.
Back to top button
Privacy