Come si assume la vitamina D: bastano 30 minuti al giorno

La vitamina D è molto importante e va assunta e integrata regolarmente. Ma come fare? Ecco gli alimenti e i metodi più efficaci da provare.

Vitamina D: i motivi per cui è importante

Ciascuna vitamina ha una sua importanza peculiare per il nostro organismo e il suo funzionamento. La vitamina D non fa eccezione ed è fondamentale per evitare le patologie autoimmuni, l’ipertensione, il diabete, e altre particolari malattie.

La carenza a livelli estremi provoca anche rachitismo, e alcune stime evidenziano dati preoccupanti, al punto da allarmare i medici di tutto il mondo che hanno mostrato preoccupazione a riguardo. Ma come fare per assumerne un quantitativo sufficiente? Ecco gli alimenti dove è più presente e i modi per assimilarla.

I metodi più efficaci da provare

Come dicevamo la vitamina D è molto importante, ma la maggior parte presenta una carenza. Sotto consiglio del medico si può optare per degli integratori alimentari, che è possibile trovare in farmacia ed erboristeria.

Ma ci sono anche sei metodi più naturali, come mettersi al sole. Soprattutto con l’arrivo delle belle giornate, diventa più semplice dedicarsi qualche minuto al sole. Anche se si pratica una vita sedentaria o d’ufficio, bisogna sforzarsi di esporre la pelle alla luce solare per circa 30 minuti al giorno. Ciò permette che il 7-deidrocolesterolo, naturalmente presente nell’organismo, si trasformi in colecalciferolo, ovvero nella vitamina D3.

Attenzione a non scottarsi! Diventa importante, soprattutto in estate, evitare gli orari di picco e mettere una crema protettiva.

Anche l’alimentazione, come spesso accade, ci viene in aiuto per l’assunzione del giusto quantitativo di vitamina D. Tra gli alimenti amici ci sono il salmone, il tonno, lo sgombro, le sardine, e il famoso olio di fegato di merluzzo. Ma anche i latticini e il tuorlo dell’uovo sono ricchi di questa vitamina.

LEGGI ANCHE: Come disinfettare le mascherine: metodi e miti da sfatare

Exit mobile version