Lifestyle

La mia mamma, il ristorante londinese che mette ai fornelli le mamme d’Italia

Una nuova realtà nata negli ultimi anni e che porta un'idea innovativa ai fornelli

In un piccolo quartiere londinese, precisamente Chelsea, ha aperto un ristorante italiano e fin qui nulla non ci sarebbe niente di particolare. Il dettaglio insolito è che questo ristorante si chiama “La mia mamma” e, com’è intuibile dal titolo, ai fornelli ci sono delle mamme italiane. 

Dite addio agli chef famosi e alle stelle Michelin: in questo ristorante troverete mamme volenterose che desiderano coccolare quei figli lontani da casa a cui mancano i pasti home made. Ogni mamma decide di mettersi alla prova dietro ai fornelli di questo particolare ristorante, ma il motivo che porta queste donne a La mia mamma non è sempre lo stesso. C’è chi si trova a Londra per amore dei figli, chi ha voluto spostarsi per imparare la lingua inglese o chi vuole semplicemente vivere un’esperienza diversa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Mia Mamma (@lamiamammalondon)

L’idea dietro “La mia mamma”

L’idea è nata due anni fa ed è stata messa in piedi da Giuseppe Corsaro, Luca Maggiora e Corrado Mozzillo. Come riporta Business Insider, l’attività è talmente produttiva che, oltre al ristorante principale, si sta valutando l’idea di aprirne un secondo. Nel frattempo, oltre al ristorante, c’è anche una gastronomia e un negozio online.

Le cuoche de La mia mamma arrivano da ogni regione d’Italia e si alternano ai fornelli ogni tre mesi, portando di conseguenza novità anche nel menù: i piatti tipici non saranno sempre gli stessi (anche perché, in base alla regione di provenienza, ogni mamma avrà qualche ricetta segreta).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Mia Mamma (@lamiamammalondon)

La pandemia non ha arrestato questo fenomeno, messo in piedi ormai da due anni, ma anzi ha motivato queste donne a dare un aiuto a chi, causa Covid, è lontano dalla casa italiana. Ed è così che è nato il “Pacco di Mamma”, inteso come un vero e proprio kit di sopravvivenza che i nostalgici possono avere con il food delivery. Cosa troveranno all’interno? Tanti prodotti freschi, cibi già cotti, da cuocere o da congelare per le provviste.

LEGGI ANCHE: Grazie a Bridgerton, i gioielli d’epoca Regency vanno di nuovo a ruba

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button
Privacy