Lifestyle

Gel igienizzante per le mani: fa bene o no? Benefici e rischi

La risposta è abbastanza scontata, ma è necessario fare un po' di chiarezza

Da ormai più di un anno tutto il mondo è alle prese con una pandemia. Ognuno, nel suo piccolo, è stato costretto a modificare le proprie abitudini giornaliere, rinunciando soprattutto a quelli che sono i rapporti sociali. Ma tale evento ha scombussolato anche il nostro modus operandi giornaliero, costringendoci a prendere alcuni accorgimenti atti a preservare la nostra salute e quella di chi ci sta attorno. Uno di questi è certamente rappresentato dalla costante presenza, all’interno delle nostre tasche, di un tubetto di gel igienizzante. Piccole applicazioni sulle nostre mani possono infatti difenderci dal proliferare di germi e batteri, soprattutto in un contesto in cui lavare le mani è impossibile.

Negli scorsi anni avevamo imparato a conoscere questo tipo di prodotto, ma solo dalla scorsa primavera ne siamo diventati in qualche maniera dipendenti. Non è un caso infatti se i provvedimenti presi dalle autorità hanno imposto ad ogni esercizio commerciale l’obbligo di utilizzo di gel igienizzante per tutti coloro che si accingono a svolgere le proprie compere. Ma attenzione ad abusarne: parliamo di un prodotto a base alcolica, e dunque in grado di rendere l’epidermide più sensibile facendola arrossare.

L’acqua è sempre meglio del gel

La risposta alla domanda “Il gel igienizzante fa bene o fa male?”, è abbastanza scontata. Un prodotto del genere non fa assolutamente male, ed anzi, grazie alla sua funzione antisettica può allontanarci da un qualsivoglia rischio. Ciò che è fondamentale è che però l’utilizzo di quest’ultimo si limiti ai contesti in cui non abbiamo alcuna alternativa. Una lavata di mani accurata con dell’acqua corrente e del sapone è infatti sempre preferibile.

Perché un gel igienizzante abbia un’efficacia consona, al suo interno la percentuale di alcol etilico denaturato deve essere compresa tra il 60 e l’85%. Ciò, di contro, significa che un suo abuso reiterato può esporci ad un arrossamento della cute delle nostre mani. La soluzione è dunque tanto semplice quanto pratica: quando abbiamo la possibilità di utilizzare un bagno, questo è preferibile. Dopo un viaggio su un mezzo pubblico o dopo aver accarezzato un animale durante una passeggiata, basta una piccola noce di gel igienizzante sulle nostre mani per vivere più sereni.

 

LEGGI ANCHE: L’estate è alle porte: come preparare la nostra pelle all’abbronzatura

Back to top button
Privacy