MusicaPrimo piano

Massimo Ranieri compie 70 anni: la storia di un grande talento

Tanti auguri all'uomo che da oltre cinquant'anni ci accompagna con la sua arte

Oggi, 3 maggio 2021, festeggia 70 anni uno degli artisti più talentuosi che l’Italia abbia mai conosciuto. Parliamo di Massimo Ranieri, al secolo Gianni Calone, napoletano di Pallonetto di Santa Lucia classe 1951 e detentore di un innumerevole quantitativo di talenti. Perché in effetti sì, sarebbe oltremodo riduttivo ricordarlo per la sua vocalità unica, premiata al Festival di Sanremo del 1988, quando Massimo Ranieri cantò la bellissima Perdere l’amore. Parliamo in effetti di un personaggio dello spettacolo nel vero senso della parola, un talento che ama essere al centro dell’attenzione e mostrare al pubblico la sua poliedricità. Parliamo in fatti di un coraggioso, uno che, appena divenuto icona della musica leggera negli anni ’70, decise di sbarcare nel mondo del cinema e lavorare con nomi del calibro di Bolognini, Patroni Griffi e Strehler.

Il talento di Massimo Ranieri è indiscutibile, e se le soggettività potrebbero essere discordanti, ci sono i riconoscimenti a palesare tutto ciò. Il già citato trionfo a Sanremo, le due vittorie a Canzonissima (1970 e 1972) e i due Premi Regia Televisiva sono solo alcuni degli onori ricevuti in oltre cinquant’anni di carriera.

Tanti auguri Massimo Ranieri!

Massimo Ranieri è, nonostante l’età non più giovanissima, il vero e proprio esempio di artista moderno. Cantante, attore cinematografico, conduttore televisivo, regista teatrale e talvolta anche attore, showman, doppiatore ed anche ballerino. Insomma, niente di meno che una vera icona ed un esempio per i posteri.

Le cifre sono di quelle impressionanti: 14 milioni di dischi venduti, 34 partecipazioni a film per il cinema, 27 per la televisione. E ancora 40 spettacoli teatrali e 18 show televisivi. Un lavoratore con la L maiuscola, un uomo che non ha mai mostrato un segno di stanchezza o di rinuncia, che ha sempre creduto nel valore dell’arte e che ha fatto di questa (in tutte le sue sfaccettature) il suo lavoro. Un settantenne con la voglia di uno “scugnizz”, come lo definirebbero i suoi compaesani. Tanti Auguri Massimo Ranieri, mille di questi giorni!

 

LEGGI ANCHE: La musica live riparte con il Concertone del Primo Maggio: Fedez legge un discorso polemico

Back to top button
Privacy