CinemaPrimo piano

Crudelia, e se un sequel riunisse Emma Stone e Glenn Close? “Sto scrivendo la lettera ora!”

Le due Crudelia a confronto in un ipotetico sequel? Non è da escludere

Crudelia continua a riscuotere consensi. Il film, che ripercorre le origini della villain Disney più glitterata del grande schermo, è uscito in sala cinematografica lo scorso 26 maggio e, dopo due giorni, è stato reso disponibile su Disney+ con accesso Vip. Come ormai sappiamo, ad indossarne i panni – super chic – è stata Emma Stone, la quale ha dovuto “scontrarsi” con un illustre predecessore: Glenn Close. Era inevitabile d’altronde che il lungometraggio, di cui la Close è anche produttrice esecutiva, istituisse un paragone tra le due versioni di Crudelia. E se, per il futuro della perfida De Vil, Emma Stone e la sua “mentore” unissero le forze in un sequel? Di recente, l’attrice ha commentato l’idea, per la quale sarebbe più che disponibile.

Crudelia, Emma Stone e Glenn Close potrebbero prendere parte ad un ipotetico sequel?

Nel corso di una recente intervista promozionale, rilasciata da Rotten Tomatoes, Emma Stone e Emma Thompson hanno parlato della loro esperienza nel girare Crudelia. Le due, nei rispettivi panni della stilista che dà il nome al film e della Baronessa von Hellman, si sono espresse sul futuro del progetto cinematografico. In particolare, hanno commentato la possibilità di un sequel che possa coinvolgere anche la storica Glenn Close. Un’idea che ha suscitato la curiosità sia di Emma Stone che di Emma Thompson, le quali si sono mostrate fin da subito entusiaste.

Sto scrivendo la lettera ora!” – ha tuonato Emma Thompson, proseguendo – “Avete della carta? ‘Caro signor Disney…’ Oh, è ancora in giro? Non lo so nemmeno. ‘Per favore, possiamo fare esattamente quello che è stato appena suggerito in questa intervista?’ La invio, giuro“. In effetti, anche Glenn Close di recente aveva ammesso che sarebbe tornata volentieri a indossare i panni di Crudelia. Nel corso dell’intervista, inoltre, ad Emma Thompson è stato anche fatto notare che il soggetto potrebbe curarlo lei stessa. Ricordiamo infatti che, oltre ad essere un’interprete da Oscar – vinto nel 1992 per Casa Howard – la Thompson ha trionfato anche nella categoria Miglior Sceneggiatura Non Originale nel 1995 per Ragione e Sentimento. Dunque avrebbe tutte le carte in regola per portare avanti il progetto, oltre al sostegno di Emma Stone che nel corso dell’intervista le ha dato manforte, affermando: “Oh mio dio, voglio dire, dai. Se Emma Thompson dovesse scrivere qualcosa…”. Insomma, un futuro ancora incerto ma promettente per la perfida – ma indubbiamente chic – Crudelia.

LEGGI ANCHE: Gossip Girl, HBO Max ci riporta nell’Upper East Side con il nuovo [TRAILER]

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy