Estate e zanzare: chi è più a rischio puntura?

Tutti siamo possibili vittime, ma qualcuno ancora di più: ecco le categorie più interessate

Mancano pochissime ore all’arrivo ufficiale dell’estate. L’andamento del processo vaccinale e più in generale un miglioramento della situazione pandemica renderanno possibili le tanto bramate ferie durante la bella stagione. In effetti per molti italiani non c’è desiderio più grande che trascorrere dei momenti di vero e proprio relax nella moltitudine di località marittime che il nostro Paese offre. Durante i mesi invernali, coperti con quattro strati di vestiti, non vediamo l’ora che arrivi il caldo per poter stare a petto nudo ed abbronzarci. Ma, oltre ai tantissimi pregi che l’estate presenta, esiste anche qualche difetto. Uno di questi è senza dubbio l’avvento delle zanzare.

Più una località è umida infatti, più è probabile che in quest’ultima proliferino le zanzare. Il fatto di avere il corpo tendenzialmente scoperto poi fa il resto. Non è infatti così inusuale ritrovarsi braccia e gambe letteralmente coperte di punture di questi insetti. Leggendo le statistiche e diverse ricerche scientifiche però, è possibile stilare una lista di quelli che sono i soggetti più “amati” da queste minuscole e fastidiose creature.

Le preferenze delle zanzare

Non tutti infatti veniamo punti con la medesima frequenza da questi insetti. Le zanzare hanno infatti delle preferenze ben precise, e gli è possibile, danno ascolto a queste ultime. Anzitutto tra i soggetti più “a rischio puntura” troviamo gli sportivi. Producendo acido lattico infatti questi ultimi non fanno altro che invogliare le zanzare ad avvicinarsi. Il medesimo discorso è valido per le donne in gravidanza: gli insetti sono attratti dal maggior quantitativo di diossido di carbonio che l’organismo delle future mamme emana.

Uno zampirone può fare miracoli, ma certamente può aiutare meno chi beve alcolici. L’alcol infatti tende ad alzare la temperatura corporea e di conseguenza ad attirare maggiormente le zanzare verso il nostro sangue. A proposito di ciò, la scienza sostiene che coloro che appartengono al gruppo sanguigno 0 sono le vere prede preferite dalle zanzare.

LEGGI ANCHE: L’albergo galleggiante che punta alla sostenibilità: idea per la luna di miele

Exit mobile version