"
LifestyleLifestyle & Glamour

In California il lavoro dei sogni: bere vino per 10mila euro mensili

Essere italiani potrebbe rappresentare un surplus in fase di selezione

Qualche giorno fa sul web è apparso un annuncio per quello che, senza molti giri di parole, potrebbe essere il lavoro dei sogni di ogni cittadino italiano appassionato di vino. Parliamo di una mansione da curatore di vigneti. La celebre azienda americana produttrice vinicola Murphy-Goode ha infatti recentemente aperto un paio di posizioni lavorative piuttosto interessanti. La distanza dal nostro Paese non è certamente da sottovalutare: i campi  in questione si trovano a Healdsburg, nel bel mezzo della campagna della California. Ma essere italiani potrebbe rappresentare un surplus: il nostro è il Paese dove è possibile bere le bottiglie di vino più buone del mondo.

Ecco perché, soprattutto durante il periodo in cui vediamo avvicinarsi le vacanze estive, l’idea di inviare la propria candidatura per questo lavoro potrebbe non essere affatto malvagia. In effetti il nostro popolo è pieno di veri e propri cultori di questa bevanda alcolica. In tanti in effetti non perdono occasione di sorseggiare un calice di buon vino durante la serata, magari leggendo le pagine di un libro tutto d’un fiato dopo aver messo a letto i propri figli.

Appassionati di vino, fatevi avanti

A rendere in qualche maniera ancora più interessante questo lavoro che Murphy-Goode offre, c’è la paga prevista per i soggetti che verranno selezionati. Questi infatti riceveranno uno stipendio pari a circa 10mila euro mensili: una cifra davvero spropositata rispetto alle medie del nostro Paese. Visto e considerato che l’azienda provvederebbe a vitto e alloggio, offrendo ovviamente la possibilità di assaggiare il vino prodotto in loco gratuitamente, questo potrebbe rappresentare seriamente il lavoro dei sogni per un’italiano appassionato. Tentar non nuoce: è possibile mandare il proprio Curriculum Vitae già da oggi per quello che la stessa azienda ha definito un  “Goode job”.

 

LEGGI ANCHE: Frullati estivi per un pranzo leggero: qualche idea colorata e nutriente

Back to top button
Privacy