"
MusicaPrimo piano

I Maneskin frantumano un altro record: sono la band più ascoltata al mondo su Spotify

Superata Olivia Rodrigo: nessun artista ha collezionato più play nelle ultime 24 ore

I Maneskin sono arrivati ufficialmente sul tetto del mondo. Il 4 luglio per gli americani è l’Indipendence Day; il 4 luglio 2021 rimarrà impresso nella storia della rock band italiana come il giorno in cui hanno scalato la classifica Spotify mondiale. Non sappiamo se sia uno dei giorni più felici di sempre, o se dopo tutti i record di queste settimane, ne frantumeranno un altro. Stando a quanto comunicato da Spotify infatti, i Maneskin sono la band più ascoltata su scala globale nelle ultime 24 ore.

Dando uno sguardo ai numeri, è possibile notare come la band tricolore sia stata capace di collezionare un numero di play maggiore rispetto ad ogni altro artista nel mondo. Dopo diverse settimane di attesa è stata spodestata dal gradino più alto del podio l’ultimo ostacolo musicale, la hit internazionale Good 4 u, cantata da Olivia Rodrigo. Quest’ultima è stata ascoltata 7.453.790 volte nelle ultime 24 ore. Oggi in vetta troviamo Beggin’, la cover dei Four Seasons che i Maneskin hanno incluso all’interno del loro primo EP, Chosen. Questa è stata riprodotta un totale di 7.469.689 volte in una sola giornata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Maneskin al top

Non certo una soddisfazione da poco per i Maneskin. Il gruppo infatti, prima delle due vittorie di prestigio, prima a Sanremo e poi all’Eurovision Song Contest, hanno superato l’etichetta di semplice gruppo rock italiano i talento, spingendosi dove nessuno aveva previsto. Evidentemente emozionati per il raggiungimento di tale traguardo, i Maneskin hanno esultato tramite i loro account social. “Questi bambini sono appena arrivati ​​al primo posto nella classifica globale” hanno scritto in lingua inglese, allegando quattro simpatiche foto in cui sono perfettamente riconoscibili Damiano, Victoria, Ethan e Thomas in tenera età. Solo pochi giorni fa in New York Times si chiedeva se i Maneskin potessero conquistare il mondo: lo hanno appena fatto, come cantano in una loro hit “da re“.

 

LEGGI ANCHE: Mezzo secolo senza l’inconfondibile voce di Jim Morrison

Back to top button
Privacy