"
Cinema

“Ezio Bosso. Le cose che restano”, il trailer dell’omaggio al Maestro che arriverà a Venezia

Per la regia di Giorgio Verdelli, il documentario sarà presentato nella sezione Fuori Concorso

Compositore, interprete, direttore d’orchestra, Ezio Bosso amava l’arte in ogni sua forma. Il suo è stato un sodalizio totalizzante non solo con la musica ma anche, in maniera neanche troppo indiretta, con il cinema. Ha difatti curato la colonna sonora di Io non ho paura, Quo vadis, baby? e Il ragazzo invisibile, diretti da Gabriele Salvatores. Ora la settima arte restituirà “il favore” all’artista torinese, omaggiandolo attraverso un appassionante documentario. Per la regia di Giorgio Verdelli, Ezio Bosso. Le cose che restano arriverà in anteprima mondiale alla 78a Mostra del Cinema di Venezia. Di recente è stato rilasciato, inoltre, il trailer che ne anticipa alcune immagini.

Ezio Bosso. Le cose che restano un appassionato documentario nel ricordo del Maestro

Prodotto da Indigo Film, Sudovest Produzioni e con la collaborazione di Rai Cinema, Ezio Bosso. Le cose che restano farà il suo debutto durante le giornate veneziane. Il film arriverà poi in sala cinematografica in edizione limitata, nelle giornate del 4, 5, 6 ottobre, distribuito da Nexo Digital. Ed è stato proprio il profilo Instagram della società di distribuzione ad aver condiviso, nelle ultime ore, la clip promozionale della pellicola.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nexo Digital (@nexo_digital)

Il film evento per entrare nel mondo dell’artista che ha fatto dell’amore per l’arte la sua ragione di vita.” – poche parole per riassumere il documentario-omaggio, incentrato sulla figura di Ezio Bosso. Un artista che ha lasciato il segno, grazie alla sua musica, ma che al contempo è stato segnato da vicende personali che avrebbero potuto abbattere chiunque. Ma non lui. Il racconto è affidato alla sua stessa voce in prima persona, attraverso una raccolta di materiale eterogeneo. Interviste, pensieri, riflessioni, in un flusso continuo che offrirà l’immagine completa – e complessa – dell’artista, tragicamente scomparso a Bologna il 14 maggio 2020. Le sue parole si alternano alla sua seconda – o forse prima – voce, il suono universale costituito dalla musica, con cui Bosso ha trovato da sempre la massima forma di espressione. Al cinema sarà disponibile limitatamente nei giorni del 4, 5 e 6 ottobre: le prevendite per i biglietti partiranno dal prossimo 13 settembre. Una data simbolica, che coincide con il suo giorno di nascita: perché Ezio Bosso, in fondo, non se n’è mai andato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Biennale di Venezia (@labiennale)

LEGGI ANCHE: Spencer, il trailer del film su Lady Diana è proprio ciò che speravamo

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy