"
Primo pianoSport

Tennis, Us Open: il giorno dell’esordio degli italiani

Vediamo le previsioni dei bookmakers sullo slam iniziato ieri a Flashing Meadows

Per uno strano scherzo del destino tutti, ma proprio tutti i 10 italiani impegnati allo US Open maschile sono stati sorteggiati tutti nella stessa parte di tabellone, quella di quel Novak Djokovic che rincorre a Flashing Meadows la storia e il mito. Una vittoria in finale il 12 settembre lo porterebbe a coronare la conquista del Grande Slam nella stagione solare, cosa che non accade dal 1969 con Rod Laver quando i campi erano tutti in erba.
Le donne invece con quel mostro della Graf non solo lo fece nel 1988, ma ci ha aggiunto la medaglia d’oro olimpica a Seul coronando il Golden Gran Slam. Con una vittoria sul cemento americano, poi, il serbo supererebbe in un colpo solo Roger Federer e Rafael Nadal fermi a 20 titoli ciascuno.
Già proprio loro che per la prima volta dopo 24 anni non saranno ai nastri di partenza insieme a Serena Williams: ‘due tenori e un soprano’ che hanno scritto la storia della loro disciplina e quella dello sport in generale.

Gli Azzurri in campo al primo turno dello US Open

Torniamo ai colori azzurri, anche se la speranza che il nostro n.1 Matteo Berrettini (salito al n.8 del ranking mondiale) si ripeta come a Wimbledon c’è tutta. O che migliori la semifinale dello scorso anno (dove se tutto fila liscio troverà il serbo, mentre lo scorso anno fu sconfitto proprio da Rafa).  I nostri giocheranno oggi e per la precisione dalle ore 17 in poi:

  • Caruso vs Nishikori (JPN)
  • Musetti  vs Nava (USA)
  • Berrettini (testa di serie n.6) vs Chardy (FRA)
  • Sonego (20) vs Otte (GER)
  • Seppi vs Fucsovics (HUN)
  • Travaglia  vs Moutet (FRA)
  • Mager vs Thompson (AUS)
  • Sinner (13)-Purcell (AUS)
  • Cecchinato vs Svajda (USA)
  • Fognini (28) vs Pospisil (CAN)

US Open: cosa prevedono i bookmaker

I bookie sono unanimi: Nole è bancato largamente avanti a tutti (e comunque sotto il 2 come moltiplicatore), anche in virtù dell’assenza annunciata di due dei quattro Fab Four (Nadal e Federer n.d.r.) e la caduta ieri sera per mano di Stefanos Tsitsipas in 5 set dell’ultimo dei moschettieri, sir Andy Murray. Assente anche per ragioni a metà tra l’infortunio e psicologiche anche il vincitore degli US Open scorsi, l’austriaco Thiem, unico insieme a Stan Wawrinka nel 2016 capace di iscriversi nell’albo d’oro al posto dei 4 soliti noti. Secondo favorito ma si passa nella fascia da 4.00 a 5.00 il russo Medvedev. Intorno ai 6 il fresco campione olimpico Alexander Zverev. In doppia cifra da 11.00 a 12.00 come moltiplicatore per il greco Tsitsipas. E il nostro Matteo? Qualche bookmaker casalingo azzarda il 16.00, ma lo si trova anche a 25.

Insomma secondo gli esperti di previsioni, la nuova generazione a matrice russa (il n.2 del mondo lo è per passaporto, Alexander per famiglia e Stafanos per madre) e l’azzurro non sono ancora pronti a sedersi sul trono al posto del re.

LEGGI ANCHE: Calcio, Serie A: vincono anche Roma, Milan e Napoli prima della pausa per le Nazionali

 

Ettore Mastai

Redazione interna - Esteri, Economia, Arte, Sport
Giornalista professionista specializzato in politica estera ed economia. Si è laureato con lode nel 2007 con una tesi sulla rivoluzione Khomeinista. Negli anni dell'università ha coltivato la sua passione per la scrittura sportiva e per i temi del gambling. Per l'agenzia di stampa nazionale AGV News-Il Velino ha curato la sezione di Giochi e Scommesse e di Ippica e dintorni. Spesso si è occupato anche di politica nazionale in relazione ai suoi campi di azione giornalistica.
Back to top button
Privacy