"
Cinema

Dopo “Qui rido io”, Mario Martone sul set del nuovo film con Pierfrancesco Favino

Sono iniziate le riprese di "Nostalgia", a pochi giorni dall'anteprima a Venezia78 di "Qui rido io"

Archiviata la recente esperienza alla 78a Mostra del Cinema di Venezia, Mario Martone è tornato dietro la macchina da presa. Il regista partenopeo, che ha presentato in concorso nella Sezione Ufficiale Qui rido io – tra i cinque film nostrani in corsa per il Leone d’Oro – si trova già sul set di Nostalgia. Basata sull’omonimo romanzo di Ermanno Rea, la nuova pellicola vedrà coinvolto anche Pierfrancesco Favino. A completare il cast, oltre l’interprete romano, troveremo Tommaso Ragno e Francesco Leva.

Mario Martone torna nella “sua” Napoli: al via le riprese di Nostalgia

Solo pochi giorni fa aveva presentato in anteprima mondiale Qui rido io, un ritratto colorito e irriverente di Eduardo Scarpetta (interpretato da Toni Servillo). Il film è arrivato poi in sala cinematografica lo scorso 9 settembre. Ciononostante, Mario Martone è instancabile: dopo pochi giorni di riposto, infatti, il regista partenopeo è già sul set della nuova pellicola, girata quasi interamente nel rione Sanità della “sua” Napoli. Prodotto da Mad Entertainment, Nostalgia racconterà la storia di Felice Lasco, un uomo che per quarantacinque anni ha vissuto tra Napoli e Medio Oriente. Dopo aver saputo della malattia della madre, ormai in fase terminale, farà ritorno al rione Sanità, per accudirla fino all’ultimo.

Il periodo trascorso nella propria città sembrerà tuttavia spingerlo ad un richiamo ancestrale alle radici. Invece di tornare dall’amata compagna nel Cairo, infatti, Felice rimarrà in città ritrovandosi con un amico di vecchia data, perso di vista nel corso degli anni, ovvero Oreste Spasiano, detto Malommo. Si scoprirà infatti che Lasco aveva scelto di non vederlo più dopo aver assistito all’omicidio perpetrato dall’amico ai danni di uno sconosciuto. Felice non ha tradito all’epoca Spasiano, chiudendosi in un oscuro silenzio, ma ha scelto di cominciare una nuova vita altrove. Ma i fantasmi del passato non lo lasceranno vivere tranquillamente. A raccontare la propria storia è lo stesso protagonista, che si libererà di un peso con il medico dell’ospedale San Gennaro dei Poveri e a Don Luigi Rega. Le riprese andranno avanti fino al mese di ottobre.

LEGGI ANCHE: Benedict Cumberbatch premiato al Toronto Film Festival, dopo Venezia78

Lorenzo Cosimi

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva e alla gestione dei social del nostro magazine.
Back to top button
Privacy